A Foggia è tempo di “agricoltura delle relazioni”, Savino apre un campo di 40mila girasoli. Ce ne sono di tutti i colori

“Abbiamo tutti voglia di spazi all’aria aperta dopo tanti mesi di chiusura e la campagna può curare la città attraverso la bellezza”

Giuseppe Savino ci riprova con la sua “agricoltura delle relazioni” che porta direttamente nel campo gli amanti dei fiori, dopo l’anno della pandemia in cui si è reinventato un’iniziativa di beneficenza per i 50mila tulipani sbocciati a marzo 2020, finiti negli ospedali e donati anche a medici, infermieri e malati di Covid. Oggi ha aperto appena fuori Foggia un campo di 40.000 girasoli, per di più colorati. L’agricoltore di Cascina Savino e fondatore dell’hub rurale di Vazapp ne ha voluti di rossi, gialli con cuore nero, gialli con cuore verde/giallo, bianchi con cuore nero, gialli con sfumature arancioni.

Chi li ama acquista i primi due appena arrivato al campo, poi riceve forbici e secchiello per raccoglierseli da solo. Recisi i propri fiori, si potrà andare al punto di confezionamento per portarli “a casa in una composizione unica che aiuteremo a elaborare”, spiega Savino: “Abbiamo tutti voglia di spazi all’aria aperta dopo tanti mesi di chiusura e la campagna può curare la città attraverso la bellezza – sottolinea – la nostra terra ha bisogno di bellezza per riscattarsi e i fiori sono bellissimi”. Il campo resterà aperto fino alla prima settimana di agosto. (ANSA).  



In questo articolo: