Turismo, dal Gargano al Salento aumentano i prezzi e crolla la qualità. La Regione avverte: “Il rispetto non deve mai mancare”

Aldo Patruno, direttore del Dipartimento turismo: “Invito gli operatori a fare il loro mestiere. L’appello è di affidarsi all’ente regionale per le misure di aiuto e sostegno”

Dal Gargano al Salento aumentano i prezzi e si abbassa la qualità del turismo. Duro monito di Pugliapromozione sul tema. A l‘ImmediatoAldo Patruno, direttore del Dipartimento turismo della Regione Puglia ha commentato così: “C’è voglia di ripartire per recuperare il fatturato perso, ma rispetto e attenzione verso il turista non devono mai mancare. Il turista non va sfruttato, può diventare un boomerang. Bisogna continuare a garantire qualità, da sempre una delle condizioni per le quali viene scelta la Puglia come meta delle vacanze”.

Poi sui ristori: “L’appello è di affidarsi alla Regione per le misure di aiuto e sostegno, ci sono 32 milioni di euro. Il 21 luglio si parte con questa ulteriore tranche dopo il miliardo già messo a disposizione. Invito gli operatori del turismo a fare il loro mestiere come lo sanno fare, nel rispetto del turista. Questo paga e ci aiuterà quando riavremo la ripartenza vera, nel 2022”, ha concluso Patruno.

Ricevi gratuitamente le notizie sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come



In questo articolo: