Operazione anticaporalato “Schermo”, domiciliari per uno dei maggiori indiziati. Ma resta “il grave quadro probatorio a suo carico”

Domiciliari per Nicola Marucci, 69enne originario di Alberona, arrestato lo scorso 18 giugno nell’ambito dell’operazione anticaporalato “Schermo”, messa a segno da procura e carabinieri. Marucci passa dal carcere alla misura meno afflittiva degli arresti domiciliari in seguito all’interrogatorio di garanzia al quale è stato sottoposto pochi giorni fa. Nel provvedimento, la gip Di Maria scrive che “le dichiarazioni rese dall’indagato non sono tali da scalfire il grave quadro probatorio a suo carico”, ma alla luce del controllo giudiziario disposto per le società coinvolte nel blitz e vista l’età avanzata dell’uomo, si è proceduto con la sostituzione della misura cautelare.



In questo articolo: