A Manfredonia idea Maria Teresa Valente per la candidatura a sindaco. Emiliano detta la linea: “Centrosinistra si riunisca attorno a CON”

“Emiliano è disponibile a mettere a disposizione dei manfredoniani il patrimonio politico della sua lista civica per superare il momento di difficoltà che la città sta attraversando”

Michele Emiliano ha scelto quale direzione imprimere alla politica manfredoniana, ancora commissariata dopo lo scioglimento del Consiglio comunale per infiltrazioni mafiose.

Se da un lato il centrosinistra e i vari movimenti civici legati ai pentastellati tengono alla porta CON Manfredonia, ritenuto ancora troppo legato all’ex sindaco Angelo Riccardi, il Governatore sovverte il clima e punta proprio su CON, sua forte lista civica. Non è escluso che il candidato o la candidata sindaco/a sia pescata proprio da quel rassemblement.

In un post social si sancisce questo battesimo. Eccolo

Si è tenuto lunedì mattina un incontro in videochiamata tra il Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano e la presidente del gruppo CON Manfredonia Maria Teresa Valente (sopra in foto con Emiliano).

In vista delle prossime amministrative di ottobre, Emiliano ha sostenuto che potrebbe essere proprio il gruppo CON Manfredonia il collante per costruire la coalizione di governo della Città in coerenza con la maggioranza che governa la Regione Puglia.

Michele Emiliano spera che CON Manfredonia possa diventare, assieme alle altre forze politiche della maggioranza regionale, promotore della coalizione che si candiderà per rinnovare il governo della Città, in coerenza ideale e di programma con la storia politica che da quindici anni governa la Regione Puglia.

Emiliano è disponibile a mettere a disposizione dei manfredoniani questo patrimonio politico per superare il momento di difficoltà che la città sta attraversando, che non può offuscare i risultati straordinari che Manfredonia ha conseguito negli ultimi venti anni.

Michele Emiliano ha quindi invitato la presidente Maria Teresa Valente a proseguire il suo impegno in questa direzione, contribuendo ad un profondo rinnovamento della classe dirigente e della politica manfredoniana.