Vaccino italiano al Riuniti di Foggia, somministrazioni a 9 volontari. Germana: “Solo lieve dolore al braccio, crediamo nella scienza”

Si riparte con la somministrazione della seconda dose del vaccino italiano ‘Reithera’ al Policlinico Riuniti nell’ambito della sperimentazione a cui ha aderito l’ospedale foggiano. Stamattina il prof. Sergio Lo Caputo, assistito dalla sua equipe, ha proceduto alla inoculazione sul primo gruppo formato da nove volontari, tutti foggiani (una volontaria di Troia).
Il Policlinico è tra i primi 5 centri su 27 tra quelli che hanno somministrato più dosi: 71 alla fine le persone reclutate per il ciclo di sperimentazione che adesso si appresta a concludersi con questa fase, terminata la quale arriverà ad un altro step che prevede tampone e sierologico dopo 36 giorni. Oggi tra i volontari c’era anche Germana Di Giulio Rendinelli che, con sua sorella Eugenia Di Giulio, ha fatto il punto dopo la prima somministrazione.