Il centro contro la violenza sulle donne nel bene confiscato al clan di Cerignola. Tutto pronto per inaugurazione del CAV “Titina Cioffi”

Immobili tornano alla comunità attraverso il loro utilizzo sociale grazie agli interventi di recupero funzionale e di riqualificazione resi possibili attraverso il progetto “Un’altra vita”

Sarà inaugurata lunedì 8 marzo 2021, alle ore 11, la nuova sede del Centro Antiviolenza (CAV) dell’Ambito “Titina Cioffi” sita in via Recanati 52 a Cerignola: uno spazio che prende il nome da un’insegnante della scuola dell’Infanzia di Cerignola, vittima nel 2013 di femminicidio, ed al quale tutte le donne vittime di violenza possono rivolgersi per essere ascoltate, aiutate, comprese e supportate per uscire dalla spirale di abusi e riprendere un percorso di autonomia e di fiducia.

Volutamente il taglio del nastro avverrà in una data particolare, in occasione della “Giornata Internazionale della donna”, e ad esso presenzieranno rappresentanti dei Comuni dell’Ambito (Cerignola, Ortanova, Carapelle, Ordona, Stornara e Stornarella), delle Forze dell’ordine locali e della Cooperativa sociale Ferranti Aporti di Brindisi, che gestisce il CAV. La violenza contro le donne può maturare in ogni ambiente sociale e assumere tante forme: violenza fisica, psicologica, economica ma anche stalking, molestie, abusi sessuali, mobbing. Per questo diventa fondamentale il ruolo del Centro Anti Violenza che offre servizi di ascolto, informazione, accoglienza, supporto psicologico, consulenza legale, accompagnamento ai servizi del territorio. Tutti servizi gratuiti e che garantiscono il rispetto dell’anonimato.

Altro aspetto di particolare rilevanza è che il CAV prende posto all’interno di immobili confiscati alla mafia (al clan cerignolano ex Piarulli-Ferraro, ndr), che adesso tornano alla comunità attraverso il loro utilizzo sociale grazie agli interventi di recupero funzionale e di riqualificazione resi possibili attraverso il progetto “Un’altra vita”, candidato dal Comune di Cerignola e finanziato dal PON LEGALITA’ 2014-2020. Il progetto definitivo dei lavori è stato approvato e portato avanti dalla Commissione Straordinaria del Comune di Cerignola, che con soddisfazione restituisce alla comunità ofantina il nuovo CAV.

Il CAV “Titina Cioffi” dell’Ambito Territoriale di Cerignola è gestito dalla Cooperativa sociale Ferranti Aporti di Brindisi ed offre assistenza alle vittime di violenza dei comuni di tutto l’Ambito: Cerignola, Ortanova, Carapelle, Ordona, Stornara e Stornarella. Per info e contatti: mail: [email protected] tel: 342-8471648



In questo articolo: