Biglietti bus Sita, vendite solo online. Insorgono i sindaci del Foggiano: “I nostri anziani tagliati fuori”

“Invitiamo l’azienda a porre in essere quanto necessario per ovviare ai disservizi cagionati, nell’interesse delle popolazioni da noi rappresentate e nel rispetto del rapporto contrattuale esistente”

“È stato rappresentato alle nostre amministrazioni comunali il divieto di emissione di biglietti tariffa CS Extraurbano, Urbani e Invalidi a partire dal 22 febbraio 2021, in ragione dell’emergenza sanitaria da Sars-Covid 19. La Sita si accorge solo e soltanto adesso che l’Italia da più di un anno è ormai in emergenza sanitaria”. Lo dichiarano i sindaci di Carlantino, Motta Montecorvino, San Marco La Catola e Volturara Appula.

“Non vi è chi non veda come le decisioni improvvidamente assunte dalla società sono inidonee a garantire i servizi di trasporto pubblico per le nostre popolazioni – proseguono -, popolazioni costituite in prevalenza da persone anziane, costrette ad usare i mezzi pubblici per sottoporsi ad esami clinici, visite mediche ecc. presso i centri di Lucera e Foggia. Spiace, al riguardo, dover constatare il totale disinteresse per la fascia più debole della popolazione, gli anziani, i quali il più delle volte non dispongono di computer e/o delle capacità e competenze informatiche necessarie all’acquisto online di biglietti di corsa semplice”.

“Perciò – concludono -, invitiamo la Sita a porre in essere quanto necessario per ovviare ai disservizi cagionati, nell’interesse delle popolazioni da noi rappresentate e nel rispetto del rapporto contrattuale esistente”.