Foggiani scatenano il putiferio durante gita domenicale a Bovino, picchiati i titolari di un bar. Aggressori individuati dai cc

“Aggrediti da persone abituate a vivere nell’illegalità. Oggi il nostro bar è la nostra comunità sono state violentate”

Una semplice gita fuori porta si è conclusa nel sangue nella ridente Bovino, caratteristico paesino dei Monti Dauni. Un gruppo proveniente da Foggia si era fermato a pranzare in un ristorante della zona e fin qui tutto normale. Sazi e a pancia piena, gli avventori si sono poi recati nel bar Giannotti probabilmente per un caffè. In seguito, però, forse complice qualche bicchiere di troppo consumato durante il pranzo precedente, si è scatenata una violenta discussione con i titolari del bar, questi ultimi aggrediti anche fisicamente dal gruppo di foggiani. Le vittime hanno riportato varie ferite giudicate guaribili in alcuni giorni. I responsabili della maxi rissa, scoppiata per motivi del tutto futili, sarebbero già stati individuati dai carabinieri nei pressi di Segezia.

“Credo che la libertà di un piccolo borgo vada tutelata – è riportato sulla pagina Facebook del bar Giannotti -. Credo che essere vittima di un attacco di gente senza cervello non sia normalità. Oggi siamo stati vittima di un’aggressione da parte di persone abituate a vivere nell’illegalità. Oggi il nostro bar è la nostra comunità sono state violentate”. (In alto, un’immagine di repertorio e accanto la vetrina spaccata del bar)



In questo articolo:


Change privacy settings