Quindici abitazioni per i migranti tra Lesina e Poggio Imperiale, Regione Puglia prevede altre foresterie oltre a Borgo Mezzanone

Il progetto scaturisce dalle valutazioni del tavolo istituzionale, presieduto dal capo dipartimento per le Libertà Civili e l’Immigrazione del Ministero dell’Interno

La Giunta ha deciso di voler realizzare in agro di Lesina (Fg)  – località “Coppa Sentinella” – e Poggio Imperiale, località “Conservificio”, ulteriori due foresterie per lavoratori stagionali, prevedendo, su ciascuna area di proprietà regionale, la presenza di 15 moduli abitativi oltre 2 moduli bagni e 2 moduli docce e di voler realizzare.

Il progetto scaturisce dalle valutazioni del tavolo istituzionale, presieduto dal capo dipartimento per le Libertà Civili e l’Immigrazione del Ministero dell’Interno (presenti il vice presidente della Regione Puglia, il presidente della Provincia di Foggia, l’autorità di gestione del PON “Legalità” e l’Agenzia Invitalia), tenutosi lo scorso 1° febbraio, presso la Prefettura di Foggia, e prevede un allestimento con moduli abitativi, in grado di ospitare 400 lavoratori migranti, da allocare nell’area nuova all’interno del C.A.R.A. di Borgo Mezzanone, anche nella prospettiva di costituire un primo nucleo della riconversione dello stesso centro in foresteria regionale per lavoratori agricoli stagionali, per la spesa complessiva di 1.456.038 euro.





Change privacy settings