Il Generale Mattana in visita ai finanzieri della caserma di Lucera. Focus su criminalità economico-finanziaria e sprechi nella spesa pubblica

Parole di apprezzamento e gratitudine nei confronti dei militari per la professionalità

Il Comandante Regionale Puglia della Guardia di Finanza, Generale di Divisione Francesco Mattana, accompagnato dal Comandante Provinciale di Foggia, Colonnello Andrea Di Cagno, e dal Comandante del Gruppo di San Severo, Ten. Col. Antonio Matteo Stoico, si è recato in visita presso la caserma “M.A.V.M. Ten. Mario Urbano” di Lucera, sede della locale Tenenza. L’Alto Ufficiale, prima di recarsi in caserma, ha avuto un incontro, presso l’Episcopio della città, con il Vescovo della Diocesi di Lucera-Troia, Mons. Giuseppe Giuliano, a cui ha portato il saluto delle fiamme gialle di Puglia.

Giunto presso la caserma della Tenenza di Lucera, il Generale Mattana, dopo aver rivolto un indirizzo di saluto al personale del Reparto, ha presieduto un briefing istituzionale nel corso del quale il Comandante del Reparto, Tenente Francesco Piazzolla, ha illustrato gli aspetti peculiari e caratterizzanti il contesto socio economico del territorio, unitamente a quelli relativi alla gestione del personale ed alla logistica. Uno specifico approfondimento è stato dedicato alle principali tematiche operative, facendo il punto sulle più importanti attività investigative in corso, con particolare riferimento a quelle riguardanti la criminalità economico-finanziaria e gli sprechi in materia di spesa pubblica.

Al termine dell’incontro, il Comandante Regionale, complimentandosi con i militari per la trasversalità delle attività svolte dal Reparto, ha espresso parole di apprezzamento e gratitudine nei confronti degli stessi per la professionalità e la dedizione che quotidianamente profondono nell’azione di contrasto a quei fenomeni di illegalità che risultano maggiormente lesivi ed insidiosi per la collettività, incoraggiando i militari a continuare nell’azione di tutela della legalità economico-finanziaria.



In questo articolo:


Change privacy settings