Emergenza Coronavirus, in Italia 14.078 nuovi contagiati e 521 morti. Il tasso di positività sale al 5,2%

In lieve crescita i nuovi contagi da Coronavirus in Italia: secondo il bollettino di oggi del ministero della Salute, i casi rilevati nelle ultime 24 ore sono 14.078 rispetto ai 13.571 di ieri. In lieve calo i tamponi che, tra molecolari e antigenici, sono stati 267.567 rispetto ai 279.762 di ieri. Il tasso positivi/test sale al 5,2% dopo il 4,8% di ieri. Diminuiscono, di poco, le vittime delle ultime 24 ore: sono state 521 rispetto alle 524 di ieri, per un totale di 84.202. I guariti sono 20.519, mentre le terapie intensive calano di 43 unità e i ricoveri in ospedale scendono a -424. Restano in isolamento domiciliare 492mila pazienti mentre sono 20.519 le persone guarite o dimesse.

Sono stati rilevati 2.234 casi in Lombardia, 1.320 in Emilia Romagna e 1.303 nel Lazio. Gli attualmente contagiati sono 516.568 (-6.985).

Le ultime notizie

Un bollettino, quello di oggi, che potrebbe incidere su possibili cambi di colore per le regioni, ovviamente se i parametri (come l’indice Rt) fissati da governo e Cts risulteranno più bassi. Secondo il monitoriaggio indipendente della Fondazione Gimbe, il calo dei casi registrato dal 13 al 19 gennaio è frutto delle restrizioni da  ‘zona rossa’ imposta a Natale. “Bisogna prendere definitivamente atto che solo le zone rosse, come quelle imposte dal decreto Natale, sono la vera arma per piegare la curva del contagio”, ha sottolineato il presidente Nino Cartabellotta. Limitazioni e strette che tuttavia non piacciono alle categorie produttive e nemmeno a presidenti di Regione come Attilio Fontana (Lombardia). Intanto il Parlamento ha votato all’unanimità lo scostamento di bilancio da 32 miliardi. “Riteniamo che il 2021 sarà l’anno della vaccinazione di massa e della vittoria contro la pandemia”, ha dichiarato il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, che ha scritto al vicepresidente della Commissione Ue Dombrovskis e al Commissario all’Economia Gentiloni spiegando che lo scostamento serve per “un nuovo pacchetto di aiuti” che attutisca “l’impatto economico” delle misure anti-Covid e per “avere risorse sufficienti” se le chiusure dovessero protrarsi “anche in primavera”.

Zone Italia: quali regioni possono cambiare colore

Il numero dei vaccinati in Italia in tempo reale

Sul fronte vaccini, il Lazio da oggi sospende la somministrazione della prima dose e si concentra solo sui richiami. La decisione è stata presa a fronte dei tagli annunciati dalla Pfizer “per questa e la prossima settimana”. La sospensione della prima dose per ora sarà per quattro giorni massimo “per mettere in sicurezza tutti i richiami”. Lo stesso capita in Toscana, sempre per garantire il secondo richiamo.

Invece l’Ungheria è il primo paese Ue ad autorizzare l’uso del vaccino russo Sputnik V, mentre la Gran Bretagna – pesantemente colpita dalla nuova ondata – cerca di accelerare la campagna di immunizzazione della popolazione trasformando in centro vaccinale anche la storica cattedrale di Salisbury. Da segnalare poi che la California, già il primo Stato americano a toccare quota tre milioni di casi di Coronavirus questa settimana, ha superato oggi anche la soglia dei 35mila decessi.

Il bollettino del 20 gennaio

La tabella del 21 gennaio

Le Regioni / Veneto

Il Veneto registra 1.003 contagi Covid nelle ultime 24 ore e 108 decessi. Lo riferisce il bollettino della Regione. Gli infetti da inizio epidemia raggiungono quota 302.489, i morti sono 8.364. Continua a scendere la pressione sugli ospedali: i pazienti Covid ricoverati in area non critica sono 2.465 (-95), quelli nelle terapie intensive 333 (-5). Il governatore Luca Zaia ha annunciato che la Regione sequenzierà il caso di quella famiglia veneziana in cui il figlio, la madre e il padre, sono morti di Covid nel giro di 18 giorni.

Emilia Romagna

In Emilia Romagna in rialzo i contagi giornalieri, mentre calano i ricoveri. Aumentano invece le vittime, altre 73 oggi, di cui 20 in provincia di Bologna. Il totale dei morti in regione è di 9.008 persone decedute. Nelle ultime 24 ore, a fronte di quasi 22mila tamponi effettuati, sono emersi 1.320 nuovi positivi (ieri erano 1.090), di cui 597 asintomatici. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è del 6%. I guariti sono 1.787. Diminuiscono i casi attivi di 540 unità, per un totale di 52.037. Calano anche i ricoveri in terapia intensiva: sono 218, 12 in meno rispetto a ieri.

Lombardia

I nuovi casi di coronavirus in Lombardia sono 2.234 di cui 119 ‘debolmente positivi’ a fronte di 37.713 (di cui 28.008 molecolari e 9.705 antigenici) tamponi effettuati per un rapporto del 5,9%. Si registrano 55 nuovi decessi. I nuovi guariti/dimessi da ieri sono 2.822 e le persone in terapia intensiva sono 411, 17 in meno di ieri. Sono 3.644 i pazienti attualmente ricoverati non in terapia intensiva, 6 in meno di ieri. Il rapporto positivi-tamponi è al 5,9%.

Toscana

Leggero aumento dei casi di Covid in Toscana nelle ultime 24 ore. I nuovi positivi sono 503 (ieri erano 443) a fronte di 10.115 tamponi molecolari e 4.653 tamponi antigenici rapidi (di questi ultimi il 3,4% è risultato positivo). L’età media dei 503 nuovi positivi odierni è di 46 anni circa. I contagi in regione sono complessivamente 129.384. Gli attualmente positivi sono oggi 8.303, +0,3% rispetto a ieri. I ricoverati sono 775 (34 in meno rispetto a ieri), di cui 116 in terapia intensiva (3 in più). Si registrano oggi 14 nuovi decessi. Complessivamente, 7.528 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi.

Marche

Sono 500 i positivi al Coronavirus nelle Marche rilevati nelle ultime 24ore tra le nuove diagnosi. Il Servizio Sanità della Regione fa sapere che sono stati “testati 6.998 tamponi: 4.508 nel percorso nuove diagnosi (di cui 2.314 nello screening con percorso Antigenico) e 2.490 nel percorso guariti (con un rapporto positivi/testati pari all’11%)». Nel Percorso Screening Antigenico su 2.314 test 59 casi positivi (da sottoporre al tampone molecolare). Il rapporto 
positivi/testati è pari al 3%.

Lazio

Nel Lazio i dati giornalieri sui contagi indicano 1.303 nuovi positivi, 22 in più di ieri. In calo i decessi: 36 contro 61 di ieri. Effettuati oltre 12 mila tamponi e quasi 14 mila antigenici per un totale di oltre 26 mila test. I guariti aumentano di 1.771 unità. Giù anche anche i ricoveri e le terapie intensive. Il rapporto tra positivi e tamponi è a 10%, ma considerando anche gli antigenici la percentuale scende a 4%.

Calabria

Sono 258 i nuovi positivi in Calabria, per un totale di tamponi eseguiti 491.645. I casi giornalieri confermati oggi sono 123 a Cosenza, 38 a Catanzaro, 10 a Crotone, 17 Vibo Valentia, 70 a  Reggio Calabria.

Puglia

In Puglia oggi sono stati fatti 11.524 test e sono stati registrati 1.275 casi positivi. Si contano inoltre 26 decessi.  Il totale dei casi positivi al Covid nella regione è di 113.115.

Le altre regioni

In Basilicata oggi si sono registrati 4 morti e 63 nuovi casi a fronte di 738 tamponi molecolari processati. In Abruzzo si registrano 212 nuovi casi, di cui 4 sono riferiti ai giorni scorsi e comunicati solo oggi, mentre i pazienti deceduti nelle ultime 24 ore sono 9. In Sardegna si registrano 7 nuovi decessi per Covid  e 238 casi di positività in più. In Valle d’Aosta si è verificato un decesso, i nuovi casi positivi sono 17, le guarigioni 34. Il totale dei contagiati attuali scende a 341. I pazienti ricoverati sono 42 di cui due in terapia intensiva.



In questo articolo:


Change privacy settings