La giustizia presenta il conto ad una serie di pregiudicati cerignolani. Raffica di arresti della polizia durante operazione ad “Alto Impatto”

Servizi interforze a Cerignola e nel resto del Basso Tavoliere. Manette ai polsi per alcuni noti pregiudicati

È continuata in maniera incessante l’attività di controllo del territorio, con l’attuazione di servizi interforze “ad alto impatto”, nelle settimane dal 4 al 17 gennaio scorso. Occhi puntati sul territorio del Basso Tavoliere, a Cerignola e nei 5 reali siti. In azione la polizia. L’attività preventiva è consistita, soprattutto, nel presidiare gli obiettivi sensibili maggiormente esposti ai reati predatori, con l’effettuazione di numerosi posti di controllo che hanno consentito di identificare e controllare circa 2000 persone e circa 1000 veicoli, nonché di eseguire 22 perquisizioni sul posto ai sensi dell’articolo 4 L.152/75 e 13 perquisizioni in abitazioni.

Arrestato il 40enne R.B., pregiudicato cerignolano, in esecuzione di ordine di carcerazione. L’uomo deve espiare la pena di un anno, 2 mesi e 20 giorni di reclusione per furti aggravati commessi a Verona e provincia nel 2012. Ordine di carcerazione e arresto anche per G.C. classe ’53, pregiudicato cerignolano. Per lui 3 anni e 7 mesi di reclusione per detenzione e porto illegale di arma comune da sparo, ricettazione ed evasione dagli arresti domiciliari; reati commessi a Cerignola nel 2011.

E ancora, manette ai polsi per il 32enne M.C., pregiudicato di Stornara, per inosservanza degli obblighi della sorveglianza speciale della P.S. con obbligo di soggiorno. Il giovane è stato rintracciato nel quartiere Torricelli, intorno alle ore 23 dello scorso 11 gennaio e non ha saputo dare alcuna valida giustificazione in merito alla sua presenza in quel luogo a quell’ora. Il 32enne è stato anche sanzionato in via amministrativa per violazione della normativa relativa al Covid. L’autorità giudiziaria ha convalidato l’arresto e sottoposto nuovamente il giovane alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale della P.S. con obbligo di soggiorno.

Infine, è stato tratto in arresto F.P.F. del 2000, cerignolano con piccoli precedenti di polizia, per resistenza a pubblico ufficiale. Il 21enne è anche stato denunciato per furto aggravato di autovettura in concorso con P.S. classe 1997, pregiudicato, a sua volta denunciato in stato di libertà per resistenza a pubblico ufficiale. Arresto convalidato e applicazione della misura cautelare dell’obbligo di presentazione quotidiana alla polizia giudiziaria.



In questo articolo:


Change privacy settings