I “pistoleri” di Capodanno racchiusi in un video virale. Foggia sulle maggiori testate nazionali: “Città come far west”

Sui giornali online dominano la scena i filmati della notte di San Silvestro. La Repubblica sul caso Iaccarino: “Messaggio sbagliato in una città ostaggio della mafia”

Un “best of” con tutti i video virali di Capodanno. Gira da ore sul web un filmato con tutti i “pistoleri” della notte di San Silvestro. Dal pregiudicato Perdonò e il suo “buon anno alla malavita di Foggia”, fino al presidente del Consiglio comunale Leo Iaccarino che si è dovuto dimettere dopo la diffusione online del video. Ma non sono certo gli unici: nel video compaiono altre quattro persone intente ad esplodere colpi di pistola (probabilmente tutte a salve) per “festeggiare” l’inizio del 2021. Le vicende di Perdonò, già denunciato dalle forze dell’ordine, e Iaccarino hanno avuto grande eco mediatica, riprese dalle maggiori testate nazionali.

Eloquente il titolo de Il Fatto Quotidiano sul politico: “Foggia come il far west. Anche il presidente del consiglio comunale spara dalla finestra la notte di Capodanno: ‘Non è una barzelletta’. Poi le dimissioni”.

Iaccarino anche sul Corriere della Sera: “Capodanno, il presidente del consiglio comunale di Foggia spara dal balcone: polemiche, poi le dimissioni”.

La Repubblica: “Spara con una pistola a salve dal balcone a Capodanno, si dimette presidente del consiglio di Foggia: “Messaggio sbagliato in una città ostaggio della mafia”.

Insomma, un’immagine non certo edificante per la città di Foggia, tornata alla ribalta a 365 giorni esatti dal drammatico inizio del 2020, contrassegnato dagli attentati ad alcune attività commerciali e dal primo omicidio dell’anno in Italia.