Cerignola, quinto anniversario di ordinazione episcopale del vescovo Luigi Renna

“Secondo l’uso più antico, il giorno indicato per l’ordinazione episcopale è la “domenica”. Perché? Perché, come successore degli apostoli, il vescovo viene ordinato nello stesso giorno in cui gli apostoli ricevettero lo Spirito Santo. La grazia episcopale è la continuazione del mistero della Pentecoste”: si legge così nel testo dell’omelia tenuta il 2 gennaio 2016, nel giorno di sabato, nei primi vespri della II Domenica dopo Natale, da monsignor Francesco Cacucci, arcivescovo di Bari-Bitonto – conconcelebranti monsignor Felice di Molfetta, Amministratore Apostolico della Chiesa locale, e monsignor Raffaele Calabro, vescovo di Andria, scomparso nel 2017 – nell’affollato Palazzetto dello Sport in Andria, durante l’ordinazione episcopale di mons. Luigi Renna, allora vescovo eletto della Diocesi di Cerignola-Ascoli Satriano.

Anche il quinto anniversario di ordinazione episcopale del vescovo Renna ricorre, quest’anno, nel giorno di sabato. Le ristrettezze imposte dalla necessità di limitare la diffusione del Covid-19 hanno, però, opportunamente suggerito di spostare la messa di ringraziamento a lunedì, 4 gennaio 2021, quando – con inizio alle ore 19 – Renna presiederà, nel pieno rispetto delle norme previste per il contenimento della pandemia, la solenne concelebrazione nella Cattedrale di Cerignola.

Non fu scelta a caso la data di ordinazione episcopale dal vescovo Renna: in quel giorno, infatti, ricorre l’anniversario della scomparsa del venerabile monsignor Giuseppe Di Donna (1901-1952), il vescovo che guidò la Chiesa di Andria fra il 1940 e il 1952, del quale Renna era stato vice-postulatore della causa di beatificazione durante gli anni di impegno pastorale nella diocesi di Andria e di guida, in qualità di Rettore, della comunità del Pontificio Seminario Regionale “Pio XI” di Molfetta.



In questo articolo: