Baby Iaccarino spara dal balcone, il padre: “Gesto goliardico e irrilevante. Chiedo scusa a chi si è infastidito”

Il consigliere comunale: “Una pistola giocattolo legalmente acquistabile perché in possesso del tappo rosso che appunto ne evidenzia la assoluta non pericolosità”

Un capodanno da far west a Foggia. Oltre al caso del noto pregiudicato deferito per i colpi esplosi alla periferia della città, c’è anche la vicenda riguardante il figlio del presidente del Consiglio comunale Leonardo Iaccarino che con un’arma giocattolo ha provato a fare il pistolero dal balcone di casa sua. La questione è stata sollevata anche dalla consigliera regionale, Rosa Barone che ha chiesto le dimissioni del papà politico. Il video, intanto, è ormai virale sul web.
“Sono rammaricato – ha scritto Iaccarino – per la lettura inverosimile che si è data ad un gesto irrilevante. Voglio chiarire che ciò che mio figlio Giacomo ha fatto la sera del 31 dicembre sul balcone di casa è un puro gesto goliardico dettato dalla festività e dalla sua età (sedicenne). Altresì il gesto è stato fatto con una pistola giocattolo legalmente acquistabile perché in possesso del tappo rosso che appunto ne evidenzia la assoluta non pericolosità. Tuttavia, il ruolo istituzionale che ricopro mi impone di chiedere scusa a tutti coloro i quali hanno avvertito fastidio pensando a qualcosa di diverso”.



In questo articolo: