“Non so dove mi trovo”, 90enne con l’auto in panne in autostrada. Polizia di Foggia lo accompagna dal figlio: aveva problemi di memoria

Nelle prime ore del mattino di ieri, lungo l’autostrada A/14 nei pressi del Km. 552, direzione nord, agenti della Stradale di Foggia hanno notato un’autovettura ferma in una piazzola di sosta ed un uomo anziano vicino al veicolo.
I poliziotti si sono avvicinati per effettuare un controllo e accertavano che l’anziano conducente di novant’anni, si era fermato per l’avaria dell’autovettura, non ricordando, però, il motivo della sua presenza in quel luogo. Pur apparendo in condizioni fisiche discrete, l’anziano veniva fatto visitare dal 118, ma gli operatori hanno constatato
 un ‘buono stato di salute fisica’. Raggiunto al telefono, il figlio ha però fatto sapere che l’uomo soffriva di problemi di memoria, motivo per cui era stato rintracciato in stato confusionale alla guida dell’autovettura di sua proprietà, per un viaggio di cui i familiari non erano a conoscenza.
In particolare l’uomo era partito da Monopoli, dove risiede, senza conoscere la destinazione.
L’anziano, quindi, veniva accompagnato dagli agenti presso gli Uffici del Reparto Autostradale di Foggia, dove poco dopo, sopraggiungeva il figlio, a cui veniva affidato il proprio genitore per il successivo rientro presso la propria residenza.
Un lieto fine per il fortunato anziano, grazie alla presenza costante di pattuglie della Polizia Stradale deputate, in via esclusiva, alla vigilanza in ambito Autostradale.
L’ episodio però, non mancherà di essere segnalato alla competente autorità amministrativa per i provvedimenti conseguenti alla verifica dell’idoneità per il possesso della patente di guida.



In questo articolo:


Change privacy settings