Una vignetta e tanti messaggi di cordoglio per Francesco nel giorno del lutto cittadino. “Una morte che deve mordere le coscienze dell’intera comunità”

L’associazione antimafia “Libera”: “Di fronte a questo grave delitto dobbiamo sentirci chiamati a fare la nostra parte, ognuno nel proprio quotidiano e nonostante la complessità del periodo”

Centinaia di messaggi di cordoglio sui social network dopo la morte di Francesco Traiano, il 38enne deceduto ieri mentre era ricoverato al Policlinico Riuniti di Foggia. Troppo gravi le lesioni alla testa riportate lo scorso 17 settembre durante una violenta rapina nel suo bar “Gocce di Caffè”. Ieri sera la manifestazione silenziosa tra via Salvo D’Acquisto e via Guido Dorso, dove ha sede l’attività commerciale presa di mira dai banditi. Mentre gli inquirenti continuano la caccia alla banda criminale, Foggia piange il giovane Traiano. Oggi lutto cittadino, annunciato dal sindaco Landella dopo la notizia del decesso del 38enne.

“Ci stringiamo con affetto intorno alla famiglia e agli amici di Francesco Traiano. Questo lutto profondo deve mordere le coscienze dell’intera comunità cittadina ed essere uno sprone contro l’indifferenza – scrive il gruppo foggiano dell’associazione antimafia Libera -. Di fronte a questo grave delitto dobbiamo sentirci chiamati a fare la nostra parte, ognuno nel proprio quotidiano e nonostante la complessità del periodo. Sottovalutare l’accaduto sarebbe un grave errore”.

Il vignettista locale, Umberto Romaniello ha dedicato a Traiano un ritratto, condiviso da tanti foggiani in queste ore sul web.



In questo articolo:


Change privacy settings