Gattino intrappolato a testa in giù tra lastre di cemento, salvato dai Vigili del fuoco a Foggia. “Ragazzi fantastici, 3 ore di lavoro estenuante”

Un dipendente dell’Amgas: “Volevo ringraziare pubblicamente questi fantastici ragazzi, che svolgono questo lavoro con professionalità, abnegazione e professionalità unica, e sia se si tratti di persone o di piccoli animali, non risparmiano energia e amore”

La squadra D dei Vigili del fuoco di Foggia, allertata della presenza di un gattino intrappolato tra una lastra di cemento della recinzione dell’Amgas, sono intervenuti prontamente e dopo un estenuate e faticoso lavoro di 3 ore, sono riusciti a trarre in salvo il gattino.

A ricostruire le operazioni di salvataggio è un dipendente di Amgas. “Arrivato a lavoro sono stato allertato da un collega il quale sentiva un miagolio di un gattino provenire da un’intercapedine di cemento del muro di cinta dell’Amgas – racconta -. Raggiunto il punto in cui provenivano il miagolio stridente, ci siamo trovati di fronte una scena straziante, un piccolo gattino intrappolato a testa in giù in un piccolissima fessura di una lastra di cemento del muro di cinta. Impossibilitati a liberarlo, abbiamo chiamato i vigili del fuoco che prontamente hanno inviato una squadra e precisamente la Squadra D, loro ci tenevano a precisare, e dopo un estenuante lavoro durato oltre tre ore, sono riusciti a trarre in salvo il piccolo gattino. Volevo ringraziare pubblicamente questi fantastici ragazzi, che svolgono questo lavoro con professionalità, abnegazione e professionalità unica, e sia se si tratti di persone o di piccoli animali, non risparmiano energia e amore. Un grazie di cuore a questi splendidi ragazzi”.

Ricevi gratuitamente le notizie sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come