Azzeramento rapido della Giunta e mascherine obbligatorie all’aperto, Miglio inaugura una nuova stagione di dialogo con i sanseveresi

“I tempi devono essere necessariamente brevi, anzi brevissimi- rileva il sindaco- i gruppi politici si sentiranno tra di loro e improrogabilmente entro domenica 11 ottobre dovranno far pervenire una sintesi e programmatica e nominale della nuova Giunta”

Francesco Miglio seconda ondata

Azzeramento della Giunta a San Severo, il sindaco Francesco Miglio ha firmato per un tagliando, dopo il documento di richiesta di azzeramento a firma di 9 consiglieri comunali del Pd e della lista Liberi e Forti (il gruppo eletto nell’Udc che fa riferimento a Gigi Damone).

Ha annunciato la sua decisione in una lunga diretta social, che, ha evidenziato, diverrà un appuntamento fisso settimanale con tutti i cittadini sanseveresi. Miglio segue le orme dell’ex sindaco di Lucera Antonio Tutolo, oggi consigliere regionale della lista CON Emiliano, per creare un collante forte con i suoi amministrati.

“I tempi della verifica che deve portare alla nomina della nuova giunta devono essere contingentati”, ha suggerito il sindaco, atteso che ci sono molte cose da fare nella città dei campanili. Dovrebbe pervenire infatti questa settimana il progetto esecutivo aggiornato della fogna bianca che abbisogna di essere approvato in Giunta per poi essere mandato a gara, un lavoro di 7 milioni di euro, che la città aspetta da molti decenni. Ci sono anche altre opere e finanziamenti, spiega Miglio a l’Immediato.

“I tempi devono essere necessariamente brevi, anzi brevissimi- rileva il sindaco alla nostra testata web- i gruppi politici si sentiranno tra di loro e improrogabilmente entro domenica 11 ottobre dovranno far pervenire una sintesi e programmatica e nominale della nuova Giunta, che sia inclusiva di tutti ed incontri il consenso non parziale di alcuni i gruppi, ma di tutti i gruppi, o almeno della maggior parte di essi: se questo non accade il 12 ottobre come extrema ratio, utilizzando le prerogative di legge, da sindaco, nominerò io la Giunta e farò la sintesi. Mi assumerò l’onere di nominare la legge, come previsto dalla legge”.

Nella diretta il sindaco Miglio ha fatto anche riferimento ad una ordinanza firmata il 28 settembre, nella quale si fa obbligo di utilizzare le mascherine in luoghi aperti, quando non è possibile attuare il distanziamento sociale di 1 metro. Nei parchi, all’entrata degli edifici scolastici, nei pub, nei bar. Nei luoghi dove c’è maggiore affluenza e sono possibili gli assembramenti.

“La mia ordinanza è rafforzativa rispetto ad un’altra ordinanza già adottata da Emiliano il 12 agosto scorso, che poneva lo stesso obbligo di indossare la mascherina in luoghi pubblici e un provvedimento del Ministro Speranza. La mia ordinanza è rafforzativa rispetto a questi due provvedimenti già vigenti e adottati oltre un mese fa, che già ponevano l’obbligo di mascherine in luoghi aperti”, precisa Miglio.



In questo articolo:


Change privacy settings