“Con il nostro consigliere De Leonardis, un’opposizione ancora più dura”. I meloniani si leccano le ferite, ma guardano avanti. “Primo partito del centrodestra in Puglia”

“Siamo il primo partito del centrodestra – affermano i meloniani – per merito soprattutto di una struttura partito che, con le proprie donne e i propri uomini, dal 2013 ad oggi ha saputo tenere la barra dritta camminando nel deserto”

“Abbiamo dichiarato con serenità che saremo stati protagonisti della scena politica del centrodestra e, dapprima i sondaggi e poi le urne, hanno confermato la bontà del progetto Fratelli d’Italia”. Così affermano con soddisfazione i coordinatori provinciali del partito di Giorgia Meloni, Franco Di Giuseppe e Giandonato La Salandra.

Primo partito in Puglia e primo partito in Capitanata, questo dicono i numeri delle ultime regionali, nonostante alcune narrazioni diverse legate al Comune di Foggia.

“Spiace per la mancata elezione di Raffaele Fitto a Presidente della Regione Puglia. Spiace per l’amico Raffaele e spiace soprattutto per la Puglia e per i pugliesi”, dicono con rammarico.

“Le urne hanno dato ragione a Michele Emiliano. Rispettiamo il risultato finale perché frutto di una scelta democratica dell’elettorato, e saremo all’opposizione con il nostro consigliere regionale Giannicola De Leonardis, un’opposizione se possibile ancora più dura di quella tenuta fino ad oggi”.

E proseguono: “Un in bocca al lupo va sicuramente a Giannicola De Leonardis, e un grandissimo grazie va a tutti i candidati della lista. Avevamo parlato di lista competitiva e pronta già dal mese di febbraio, e i cittadini della Capitanata ci hanno dato ragione”.

Ricordano con soddisfazione il risultato di Fratelli d’Italia a Cerignola, con Antonio Giannatempo, e Manfredonia, con Lello Castriotta. Risultati che ipotecano politicamente, nel rispetto dei cittadini, le prossime amministrative, secondo il loro parere.

“A Manfredonia e Cerignola è il momento di far tornare la politica alla guida della città. Il peggior civismo ha portato due dei maggiori centri della provincia nelle pagine della cronaca giudiziaria. Ora è il momento che la politica di Fratelli d’Italia porti i due centri al centro della politica di Capitanata. Abbiamo uomini e donne che da lungo tempo lavorano in Fratelli d’Italia e per le due città. A loro sarà dato il compito di restituire la giusta dignità politica”, già lanciata, nel centro ofantino da Laboratorio Sud di Gianvito Casarella, componente dell’Assemblea Nazionale di FdI.

“Importante e significativo è il risultato dei candidati Longo, D’Emilio e Canistro, alla loro prima esperienza nella competizione delle elezioni regionali, ma forti del consenso dimostrato nel tempo; come importante è stato il risultato della De Lallo, e di tutta la comunità politica di San Severo, dove i meloniani si impongono come primo partito della coalizione. Così come anche a Lucera, dove grazie all’impegno del dott. Pica, Fratelli d’Italia è il primo partito. Siamo il primo partito del centrodestra – affermano i meloniani – per merito soprattutto di una struttura partito che, con le proprie donne e i propri uomini, dal 2013 ad oggi ha saputo tenere la barra dritta camminando nel deserto. È grazie a questa classe dirigente, capace di costruire e ricostruire, oltre ogni egoismo, quella che la Meloni ha chiamato La Casa della Destra, se, all’indomani delle politiche del 2018, con maturità oggi siamo una destra plurale in cui hanno casa i liberali, i cattolici e i riformisti, divenendo punto di riferimento di tutto il centrodestra”.





Change privacy settings