Regionali 2020, Lopalco candidato anche a Foggia in CON di Emiliano. E con Scalfarotto l’ex salviniano Fanelli

Presentata anche la lista della società civile del M5S, utile per arrivare allo sbarramento del 4% anziché dell’8%. Si chiama Puglia Futura

La campagna elettorale può avere inizio per gli 8 candidati presidente alla Regione Puglia, con i 4 big Michele Emiliano per il centrosinistra, Raffaele Fitto per il centrodestra, Antonella Laricchia del M5S e Ivan Scalfarotto sostenuto da Italia Viva, Azione e Più Europa, affiancati dall’indipendente Mario Conca, dall’ex missino Pierfranco Bruni, dal rifondarolo Cesaria e dal sovranista indipendentista Andrea D’Agosto.

Tutti in pista questa mattina per le ultime consegne delle liste.

Il primo passo formale verso la sfida del 20 e 21 settembre prossimi è stato fatto. Sono state depositate le liste della coalizione a sostegno della candidatura di Michele Emiliano a presidente della Regione Puglia. Sono in tutto 15 e comprendono oltre 700 candidati in tutta Puglia: Partito Animalista, Partito del Sud, Sud Indipendente, Democrazia Cristiana, Sinistra Alternativa, Sindaco di Puglia, Con, Senso Civico, Pd, Italia in Comune, Popolari con Emiliano, Puglia Solidale e Verde, Pensionati e Invalidi, I Liberali e Partito Pensiero e Azione. Alla coalizione si aggiungono i Repubblicani che appoggeranno il presidente uscente pur non avendo presentato una lista propria.

La composizione delle liste ha rispettato appieno il rapporto uomo-donna previsto dalla legge. Ma in alcune liste, come ad esempio ‘Con’, la rappresentanza delle donne è pari al 50%-60% (a Bari la lista vede la presenza di 8 donne e 7 uomini, a Foggia si raggiunge la perfetta parità con 4 uomini e 4 donne) e ‘Sindaco di Puglia’ che a Taranto vede una massiccia presenza di donne, il 60% rispetto al 40% di presenza maschile, e a Lecce il 50%.

Oltre al pieno rispetto della rappresentanza di genere, sin dall’inizio auspicata dal presidente Emiliano, è opportuno sottolineare che le liste ‘Con’ e ‘Sindaco di Puglia’, si legge in una nota, ospitano personalità della società civile che, per la quasi totalità, si affacciano per la prima volta alla politica, in rappresentanza di mondi vitali della società pugliese e delle realtà locali.
I consiglieri regionali eletti nelle civiche del presidente nella scorsa tornata elettorale, quella del 2015, sono candidati in altre liste della coalizione, in piena sintonia con il presidente Emiliano.

Il virologo Pier Luigi Lopalco sarà candidato non solo a Bari ma anche in Capitanata. Nella lista CON che vede la presenza della manager dell’As Zaccagnino Patrizia Lusi, dell’ex sindaco di Lucera Antonio Tutolo e dell’ex assessore al Welfare Rino Pezzano in ticket con l’ex piddina ed ex consigliera sipontina Trigiani, sostenuti anche da Angelo Riccardi, spicca la candidatura del presidente dell’Arca Capitanata, il tarantino Denny Pascarella, che ha scelto la provincia di Foggia per il suo impegno. Solo la Capitanata per lui e non anche una candidatura nella sua Taranto. “Il mio impegno è stato e continuerà ad essere per la Capitanata, al di là della provenienza territoriale”, spiega a l’Immediato.

Ecco i candidati di Emiliano Sindaco di Puglia e CON

Carboni Angelo

Cicchetti Ernesto

Mariani Alessandro

Marino Francesco

Savino Giovanni

Ciuffreda Maria Felicia

Fariello Stefania

Massaro Barbara

 

Lusi Patrizia

Lopalco Pierluigi

Pascarella Danny

Tutolo Antonio

Pezzano Rino

Giovanditti Rossella

Trigiani Rosa

Di Carlo Sabrina

Presentata anche la lista della società civile del M5S, utile per arrivare allo sbarramento del 4% anziché dell’8%. Si chiama Puglia Futura.

Ecco i candidati

Antonio Conte

Lucia Lenoci

Giuseppe Lemma

Rosanna Paglialonga

Filippo Torella

Elettra Riccardi

Leonardo Quarticelli

Ivan Scalfarotto parla di destra nelle fila di Emiliano ma nella lista di Italia Viva emerge il nome del salviniano della prima ora, reduce di tante battaglie e legatissimo a Primiano Calvo, l’oculista Roberto Fanelli, che nel 2015 fu candidato con Noi con Salvini.

Nella lista trova spazio anche Bernadette Cappelletta, come preannunciato da l’Immediato, al posto della nipote dell’ex parlamentare socialista Lello Di Gioia, che era stata presentata con Saverio Cassitti. Marina Di Gioia è slittata nella lista del presidente.

Gli altri sono: la montanara Angela Lombardi, Saverio Cassitti, il sipontino Luciano Castigliego, la viestana Chiara D’Errico, il lucerino Francesco Antonio Forte e Noemi Frattarolo.





Change privacy settings