Coronavirus, la Puglia è tra le regioni con più elevato Rt (indice di trasmissibilità). Sfondata la soglia di 1

L’Rt a 1,14, ma non è il momento di preoccuparsi: gli esperti spiegano che in presenza di singoli focolai e un numero limitato di casi può risultare alto, oltre l’1, anche senza diffusione importante

Il ministero della Salute e l’Istituto superiore di sanità hanno diffuso i dati sul monitoraggio settimanale della diffusione del Covid-19. La Puglia è una delle 9 regioni italiane in cui viene registrato, per la settimana 3-9 agosto, un valore oltre l’1 dell’Rt, l’indice di trasmissibilità della malattia: quando questo resta sotto l’1 il contagio è ritenuto sotto controllo. L’Rt pugliese è 1,14, ma non è ancora il momento di preoccuparsi: gli esperti spiegano che in presenza di singoli focolai e un numero limitato di casi (nella settimana di monitoraggio se ne calcolano 97 in tutta la regione) l’Rt può risultare alto, oltre l’1, anche senza una diffusione importante. Più la “forbice” degli intervalli di confidenza è ampia più vuol dire che ci sono singole e localizzate situazioni in cui ci sono stati contagi: infatti l’Rt pugliese della settimana è un valore medio addirittura tra 0,61 e 2,35. (fonte Repubblica)

Il bollettino epidemiologico Regione Puglia 14.8.2020 è disponibile al link: http://rpu.gl/hp2hd



In questo articolo:


Change privacy settings