Dura sorpresa per i bagnanti di Calenella, un privato ha chiuso la strada comunale d’accesso alla spiaggia. “Cosa fa il Comune?”

Oggi l’unico accesso resta il camping dell’ex sindaco e i pochi parcheggi presenti vicino al campeggio di Bezzi. Ma fare a piedi oltre un km di strada tra i terreni è assai arduo

Una brutta sorpresa per i villeggianti che amano il Gargano e in particolare la splendida spiaggia della Piana di Calenella, nel territorio di Vico del Gargano. Residenti e turisti si sono ritrovati negli ultimi giorni un cartello con su scritto “proprietà provata”, che impedisce il parcheggio a chi arriva in spiaggia con l’auto.

La strada prospiciente la spiaggia in realtà non è privata, non si tratta di un tratturo annesso alla coltivazione dei terreni della piana in uso al proprietario che ha conficcato il cartello e sbarrato l’ingresso, ma di una strada comunale interpoderale, che non avrebbe nulla di privato. Da parte sua, il Lido Blu del titolare dell’appezzamento di terra si è creato un suo passaggio, questo sì privato, nel suo terreno per i turisti.

I frequentatori della spiaggia libera si sono rivolti ai due imprenditori turistici, Stefano Bezzi e Luigi Damiani, per risolvere una questione che potrebbe divenire tombale per chi ama Calenella e il suo forte vento di libertà reso mitico da Andrea Pazienza.

Oggi l’unico accesso resta il camping dell’ex sindaco e i pochi parcheggi presenti vicino al campeggio di Bezzi. Ma fare a piedi oltre un km di strada tra i terreni è assai arduo. “Cosa fa il Comune di Vico, perché non interviene contro questo abuso?”, è la richiesta di tanti bagnanti.





Change privacy settings