Indennità post Covid ai dipendenti Don Uva, sindacati chiedono di allargare platea beneficiari

L’amministratore di Universo Salute, Paolo Telesforo: “Richiesta incontro legittima, pronti a trattare con Regione”

Il sindacato Usb Puglia solleva la questione delle indennità ai dipendenti delle cliniche Don Uva di Bisceglie, Foggia e Potenza da corrispondere a seguito dell’emergenza Covid-19. “Abbiamo chiesto un incontro ad Universo Salute per rivedere i meccanismi di erogazione del premio – spiegano dall’organizzazione sindacale -. Difatti, la società ha manifestano l’intenzione di non andare oltre alla indennità prevista di 5,16 euro senza prevedere altre premialità, garantendo questi ‘premi’ ai soli dipendenti impegnati nell’assistenza diretta dei pazienti covid19”.

L’Usb “ritiene ingiusto nei confronti di tutti i dipendenti che sono stati esclusi da questa indennità, poiché anche nelle aree non interessate direttamente dal covid19 come extraospedaliera e ortofrenico”. “Gli Infermieri e OSS con grande senso di responsabilità hanno dovuto farsi carico di tutte le esigenze dei pazienti ricoverati a causa della giustificata chiusura delle visite dei parenti per contenere il contagio – proseguono -. Abbiamo visto tutti grazie ai canali social di Universo Salute la grande mole di lavoro svolta proprio nei giorni del lockdown dagli operatori, senza dimenticare che ai lavoratori sono stati negati alcuni congedi straordinari della legge 104 previsti dal decreto Cura Italia”.

“Tutte queste considerazioni fanno capire come il Coronavirus abbia creato danno e disagi a tutti i dipendenti, per questo avevamo chiesto ad Universo Salute di prevedere una indennità a tutti i dipendenti logicamente in base ai carichi di lavoro. Inoltre a seguito del riconoscimento del 90 % del budget dalla Regione Puglia ed altri eventuali fondi per il ristoro delle perdite dovute dal Coronavirus avremmo voluto vedere aumentato in modo considerevole le indennità da corrispondere a tutti i lavoratori, visto che nella sanità pubblica sono state individuate indennità che raggiungono fino a 63 euro a turno. Per questo chiederemo alla presidente della Regione Puglia di farsi promotore di un tavolo regionale dove si discuta dei premi economici da corrispondere ai lavoratori della sanità privata”.

Sulla questione è intervenuto l’amministratore della società, Paolo Telesforo: “Condivido la richiesta di un tavolo regionale, si tratta di una questione legittima e corretta, così come corretto è stato l’operato del sindacato Usb – ha spiegato -. Sono disponibile sin da ora a trattare la materia in sede regionale”, conclude.

 





Change privacy settings