Guardia medica turistica, operative da oggi 12 postazioni in provincia di Foggia

Sedi, numeri di telefono e modalità di accesso

Ha preso il via oggi il servizio di Guardia Medica turistica della ASL Foggia. I 12 ambulatori sono operativi a: Celle di San Vito, Lido del Sole, Marina di Chieuti, Marina di Lesina, Mattinata, Peschici, Rodi Garganico, San Menaio, Torre Mileto, isole Tremiti, Vieste, Zapponeta.

L’apertura posticipata di una settimana è stata motivata dalla necessità di adeguare le sedi alle normative di sicurezza anti-covid. In alcuni casi, lì dove non è stato possibile l’adeguamento dei locali, si è reso necessario individuare una nuova sede.

L’Azienda, anche in previsione di un prolungamento della stagione estiva, ha però esteso il servizio sino al 15 settembre.  Novità di quest’anno, il potenziamento della guardia medica turistica sulle Isole Tremiti: come nelle altre sedi della provincia, il servizio sarà operativo sette giorni su sette e sarà effettuato anche sull’isola di San Domino.

Prestazioni

La guardia medica turistica è un servizio di continuità assistenziale che assicura l’assistenza sanitaria di base alle persone non residenti.

Garantisce le seguenti prestazioni: visite ambulatoriali e domiciliari, prescrizione di farmaci, richieste di visite specialistiche, certificazioni mediche. 

Il servizio non fornisce interventi di Pronto Soccorso per i quali bisogna allertare il 118, attivo 24 ore su 24 e sette giorni su sette.

Modalità di accesso alla guardia medica turistica

L’emergenza COVID-19 impone a tutti di non abbassare la guardia di mantenere il distanziamento sociale ed evitare inutili assembramenti davanti agli ambulatori.

È necessario, dunque, contattare telefonicamente l’ambulatorio (in allegato, tabella con sedi e recapiti telefonici) e seguire le indicazioni del medico.

Il medico potrà invitare la persona a raggiungere l’ambulatorio, oppure decidere di recarsi direttamente al domicilio del paziente.

Nel primo caso, l’accesso all’ambulatorio dovrà avvenire nel rispetto delle normative igienico sanitarie che prevedono l’utilizzo della mascherina e l’igienizzazione delle mani. L’ingresso è consentito alla persona che ha bisogno della prestazione medica e, solo in caso di necessità, ad un accompagnatore.

Nel caso in cui il medico stabilisse di effettuare una visita domiciliare, è opportuno aprire le finestre della stanza dove soggiorna la persona che necessita di assistenza, indossare la mascherina e far uscire le altre persone.





Change privacy settings