“I miei 6×3 con lo slogan affissi già a febbraio. Qualcun altro ha copiato”. Gatta dimostra la primogenitura dei claim

Il manfredoniano, già campione di consensi, si dice esterrefatto. “Ho le prove, non ho copiato”

“Dal 13 febbraio al 3 marzo, il mio 6×3 è stato affisso a Manfredonia in Piazza Marconi! Io avrei copiato?”. Non ci sta il consigliere regionale e vicepresidente del Consiglio pugliese Giandiego Gatta a subire le accuse di Napy Cera secondo cui il forzista avrebbe copiato il suo claim, soffiandogli la trovata del Napy C’è, di cui sono pronti già i gadget con tazze, cover, penne e gomme, con “Gatta C’è voglia di riscatto“. Lo slogan, c’è da dire, non è originalissimo, ma per l’uddiccino, ormai approdato nel centrodestra, ha sicuramente una valenza doppia, non solo per il rinvio al cognome che fa il paio col nome tronco del diminutivo, ma anche per l’attestazione di presenza dopo i noti fatti dell’inchiesta.

Ma Gatta è molto seccato dall’insinuazione. “Sono esterrefatto, ho le prove del fatto che a febbraio c’erano già i miei manifesti col mio slogan. Probabilmente qualcun altro lo ha copiato a me. Accusarmi di aver copiato lo slogan a Cera è troppo”, rileva il politico sipontino e leader di Forza Italia nella Puglia Nord.





Change privacy settings