Manfredonia, oltre 7 milioni di euro per gli interventi di bonifica del Sin. Nuove risorse per danni all’ambiente

La Giunta regionale ha stabilito con una variazione al Bilancio – che  ha titolo giuridico nel Decreto 519/2019  – della somma di 7.371.056 euro, per la copertura finanziaria per gli interventi di bonifica del Sin di Manfredonia.

Con la stessa  delibera l’esecutivo ha stabilito che l’esercizio dell’intervento pubblico delle amministrazioni comunali dovrà prevedere l’avvio di procedure in danno nei confronti del soggetto inadempiente nonché procedure di recupero, delle somme utilizzate per l’esecuzione degli interventi di bonifica, nei confronti dei soggetti obbligati.

Sempre in tema ambientale, la Giunta regionale ha autorizzato la spesa di 3 milioni di euro per azioni di sostegno al “chi inquina paga”,   sintesi  della politica europea  nel settore,  fondata sui principi della precauzione e dell’azione preventiva, sul principio della correzione, in via prioritaria alla fonte, dei danni causati all’ambiente. L’obiettivo è quello di  favorire la minore produzione di rifiuti e di altre attività di cui alla L. 549/95 art. 3 comma 27,  destinando le risorse alle sei province pugliesi  Città Metropolitana di Bari, Barletta-Andria-Trani, Brindisi, Foggia, Lecce e Taranto, per consentire alle stesse lo svolgimento di attività di indagine,  volta alla individuazione del soggetto responsabile, anche “secondo il principio del più probabile che non”. 

Con lo stesso provvedimento, l’asecutivo  ha autorizzato  la destinazione delle risorse  indicate per investigazioni di aree, anche territorialmente estese, comunque qualificabili nell’ambito delle procedure ex art. 244 co. 1 e pertanto riconducibili alla disposizione del medesimo comma (‘ le Pubbliche amministrazioni che nell’esercizio delle proprie funzioni individuano siti nei quali accertino che i livelli di contaminazione sono superiori ai valori di concentrazione soglia di contaminazione…), escludendo dal contributo ogni attività di indagine qualificabile giuridicamente ex art. 239 co. 3. Per  effettuare tali attività di indagini, la Giunta  specifica che le province pugliesi potranno avvalersi di Arpa Puglia e dei comuni interessati.





Change privacy settings