Regionali 2020, l’infinito tira e molla potrebbe stancare Fitto. Tutte le ipotesi e quell’assessorato per la Capitanata

Il politico sarebbe stanco delle continue schermaglie e potrebbe decidere di fare un passo indietro per supportare l’ipotesi Gemmato o quella del fedelissimo Francesco Ventola

Le elezioni con l’election day sono previste il 20 e il 21 settembre ed entro questa settimana i vari maggiorenti del centrodestra ritengono che il tavolo romano sancirà finalmente il nome del candidato presidente per la Puglia e le altre regioni al voto. Sabato sera erano giunte alcune fake news, frutto di un falso entusiasmo dei berlusconiani, su una ufficializzazione di Raffaele Fitto, poi smentita dallo stesso leader di Maglie ai suoi fedelissimi. Chi lo conosce lo descrive abbastanza seccato dall’attesa.

Matteo Salvini intervistato da Repubblica ha gettato acqua sul fuoco, la coalizione resta unita, le divisioni che in questo momento tanto farebbero comodo a Michele Emiliano, dopo la rottura di Italia Viva, sembrano scongiurate.

“L’accordo è a portata di mano. Sto lavorando personalmente a un’intesa complessiva. E da leader del primo partito e della coalizione sono pronto a fare un passo indietro, se sarà necessario. Pur di trovare una sintesi”, queste le parole del Capitano, pronto a patteggiare e a trattare per la vicepresidenza e altre postazioni di Giunta.

In realtà Salvini, anche per la pressione dei leghisti pugliesi, quasi tutti ex fittiani da Nuccio Altieri al senatore Roberto Marti, fino al vicesegretario regionale il foggiano Raimondo Ursitti, sta cercando di portare Giorgia Meloni su un altro nome. Serve il rinnovamento, ha detto a più riprese Salvini su Fitto in Puglia e Caldoro in Campania.

È per questo che secondo alcuni amici, Fitto, stanco e sfibrato da questo eterno tavolo, potrebbe decidere di fare un passo indietro per supportare l’opzione dell’onorevole FdI Marcello Gemmato o meglio nel suo caso il consigliere regionale canosino suo fedelissimo da sempre Francesco Ventola. Molti ritengono pure fantasie queste ipotesi, ma altri le vivono come possibili. “Raffaele potrebbe davvero stancarsi, ma fa la sua lista civica in ogni caso”, dice un meloniano. Un nome di punta della lista fittiana resterebbe l’imprenditrice turistica sannicandrese Annamaria Fallucchi, laddove in caso di Ventola o Gemmato candidati presidente salirebbero le quotazioni dell’ingresso di Michaela Di Donna in Fratelli d’Italia.

Pronto ad una sua lista Sud in Testa, Andrea Caroppo. Intanto ci sono già le prime spartizioni sulla carta. Secondo alcuni bene informati, qualora il centrodestra vincesse la Capitanata potrebbe rivendicare l’assessorato all’Urbanistica, per il quale si è pensato al candidato Ciccio D’Emilio, già assessore con delega a Foggia e molto apprezzato dagli uffici baresi oltre che convinto collaboratore per la seconda stazione ferroviaria a Foggia dell’ingegnere Napoli di Rfi, che sta studiando e progettando le tratte e le fermate mancanti dell’Alta Velocità Alta Capacità.





Change privacy settings