Regionali 2020, primo incontro romano tra i leader del centrodestra. Fitto è stanco dei balletti della Lega

Intanto si fa strategica la posizione di Forza Italia, ieri a Bari Mauro D’Attis ha dichiarato che sarà Forza Italia la vera sorpresa del centrodestra pugliese. I berlusconiani infatti hanno fatto il loro nome al tavolo, per ora top secret.

Notizie ufficiose sono state diffuse nel pomeriggio indicando chiusa l’eterna partita del centrodestra pugliese ancora in cerca di un proprio candidato. Secondo queste informazioni sarebbe Raffaele Fitto il candidato presidente per le elezioni regionali in Puglia. L’unica cosa certa, come riferiscono gli uomini dell’ex senatore Gaetano Quagliariello, è che vi è stato oggi un incontro tra i vertici del centro-destra a Roma per discutere di Puglia e Campania. La prima sarebbe stata affidata ai Fratelli d’Italia e la seconda alla Lega. Ma stando ai rumors si tratterebbe di una fake news.
Chi ha sentito Fitto nelle ultime ore lo racconta molto sfiduciato e stanco dei vari balletti della Lega, che ha proposto Nuccio Altieri, presidente in scadenza di Invimit, la società che si occupa della gestione del patrimonio immobiliare dello Stato.
Sarebbero anche pronti i risultati del sondaggio interno, nel quale c’era stato un errore: ad essere in lizza non era l’ex sindaco di Andria Nicola Giorgino, ma suo fratello Francesco mezzobusto Rai e docente universitario.
Ebbene, secondo indiscrezioni sia Altieri sia Giorgino sarebbero appaiati ad Emiliano in una sfida contro di lui, mentre Fitto lo supererebbe di circa 6 punti.
Tra le altre cose Giorgino sconterebbe anche uno scotto grave a Foggia dopo le dichiarazioni al tg1 contro i tifosi della squadra di calcio. Uomini del centrodestra della tifoseria sono pronti a scatenare rappresaglie stampa contro di lui, assai più rumorose dei 108 ribelli contro Nuccio Altieri.
Intanto si fa strategica la posizione di Forza Italia, ieri a Bari Mauro D’Attis ha dichiarato che sarà Forza Italia la vera sorpresa del centrodestra pugliese. I berlusconiani infatti hanno fatto il loro nome al tavolo, per ora top secret.
Resta comunque il grande gelo tra Berlusconi e gli altri due leader dopo la manifestazione di ieri senza alcun rispetto delle regole di distanziamento. Girano foto di Salvini nuovamente alle prese con gli amati selfie e senza mascherina tricolore.
Mentre tanti commercianti ed imprenditori rispettano le norme, faticose e gravose, assembrarsi in piazza è apparso uno scivolone grave.
Anche a Foggia qualche azzurro ha storto il naso, benché Franco Landella abbia partecipato. A Piazza Cavour c’è da dire che le distanze erano ampiamente rispettare.
“Un errore è stato manifestare il 2 giugno festa della repubblica italiana da parte del centrodestra (condividendo personalmente agenda e programmi politici) dal momento che abbiamo avuto da ridire in merito al  corteo del 25 aprile a Roma e nelle piazze italiane, allora come oggi in antitesi con le attuali  normative che sono state pensate per limitare la diffusione del Coronavirus”, ha osservato a l’Immediato il giovane Dario Iacovangelo.





Change privacy settings