In Puglia arrivano 180mila mascherine dalla Protezione civile: “Prima consegna significativa da inizio emergenza Covid”

Intanto è iniziata la distribuzione alle strutture sanitarie e di protezione civile, con un piano puntuale per tutta la Puglia, dei Dpi acquistati dalla Cina

Tra ieri ed oggi il Dipartimento di Protezione Civile nazionale, ha consegnato, con voli ATR della Guardia di Finanza e Spartan C27 di Leonardo, alla Puglia: 21mila mascherine FFP2, 162mila mascherine chirurgiche, 68.000 bende Montrasio (non DPI), 194 termometri tradizionali, 6.000 copriscarpa, 73.100 guanti in nitrile/vinile.

Sono arrivate anche 1120 confezioni di gel igienizzanti da 500ml, dono Menarini tramite DPC. Sono arrivate inoltre 29 pompe siringhe.
I ventilatori polmonari arrivati dal DPC sono: 7 tipo Siaretron per T.I. , 15 ventilatori a turbina tipo Falco Siare per subintensiva, 3  Mindray portatili per T.I. I ventilatori consegnati nelle ultime 72 ore sono complessivamente 52.

“Dall’inizio dell’emergenza si tratta – spiega il dirigente della Protezione civile regionale Mario Lerario – della più significativa consegna di materiale, grazie anche all’azione del commissario per l’emergenza Domenico Arcuri”.

DPI acquistati dalla Cina
Il deposito di transito per il primo carico di dispositivi di protezione individuali per l’emergenza Covid 19 arrivati ieri in volo dalla Cina è stato allestito ed è iniziata la distribuzione alle strutture sanitarie e di protezione civile, con un piano puntuale per tutta la Puglia. Lo comunica il dirigente della Protezione civile regionale, Mario Lerario.

Questo materiale, accolto ieri all’aeroporto di Bari-Palese dal Presidente Emiliano, è stato acquistato dalla Regione Puglia direttamente da aziende cinesi, nei prossimi giorni sono previsti altri voli dalla Cina alla Puglia. Sono state stoccate, dopo un primo riscontro del materiale sdoganato: 121mila250 tute di protezione, 100mila scudi a visiera, 25mila mascherine FFP2/KN95, 500 sterilizzatrici a raggi UVA dono degli imprenditori della regione del Guangdong, 15.800 occhiali a maschera, 30 dispositivi di biocontenimento per barelle, 200 pompe peristaltiche, 20mila mascherine chirurgiche dono degli imprenditori della regione del Guangdong.