Il “Grande Fratello” di Tutolo, sindaco di Lucera si barrica in Comune per protesta e schiaccia un pisolino. “Ci servono i dati”

Protesta e sciopero della fame per il primo cittadino. Niente più dirette dal tinello con l’impastatrice dunque

Divano letto, con copertina fiorata, pantofole, pillole per la pressione. Ha tutto il sindaco Antonio Tutolo dal suo giaciglio preparato in Comune a Palazzo Mozzagrugno a Lucera, per protesta contro l’Asl che non comunica i dati dei quarantenati e i loro contatti e movimenti. Il tutto comunicato in diretta social come di consueto. Protesta e sciopero della fame. Niente più dirette dal tinello con l’impastatrice dunque.





Change privacy settings