Il numero uno della DIA a Foggia, grande lezione agli studenti e un messaggio: “Siate protagonisti del vostro futuro”

Governale all’università: “Un intervento appassionato per parlare di mafia, “cosa nostra”, cosche. “Cos’è la cosca? È la parte centrale del carciofo. Tutte le foglie sono una cosa sola. Loro sono una cosa sola. Noi no, noi ci denigriamo a vicenda”

“Non siamo come i cinesi che fanno gli ospedali in dieci giorni ma gli italiani se sono bene indirizzati, una cosa la possono fare. La DIA a Foggia l’abbiamo fatta in 25 giorni. Perché dobbiamo dare segnali. Segnali credibili”. La lectio magistralis di Giuseppe Governale, numero uno della DIA, ha tenuto incollati alle poltrone studenti e autorità nell’aula magna di Giurisprudenza.

Un intervento appassionato per parlare di mafia, “cosa nostra”, cosche. “Cos’è la cosca? È la parte centrale del carciofo. Tutte le foglie sono una cosa sola. Loro sono una cosa sola. Noi no, noi ci denigriamo a vicenda”. Governale ha parlato a braccio, passeggiando lungo tutto la sala, tra gli studenti. “La mafia abbiamo iniziato a combatterla tardi. Solo negli ultimi 30-40 anni ma esiste da secoli. Una cultura mafiosa radicata in tutto il paese”. E ha citato episodi di fine ‘800 e non solo, mostrando una cultura sconfinata.

Paolo Iannucci, capo della DIA di Foggia

La mafia foggiana? “Ha tratti caratteristici della ‘ndrangheta. Chi è il patrono della ‘ndrangheta? San Michele Arcangelo. A Duisburg (strage di mafia del 2007, ndr) trovarono addosso a un picciotto un santino di San Michele. La grotta si trova a pochi chilometri da qui, a Monte Sant’Angelo”.

Governale ha chiuso con un messaggio ai ragazzi: “Lasciate che gli investigatori continuino a combattere contro i clan. Voi dovete essere protagonisti del vostro futuro. Falcone diceva ‘un’anticchia’ (piccola cosa). Fate tutti quanti un’anticchia nel vostro ambiente”.

Stamattina all’evento con Governale, coordinato dall’Università di Foggia attraverso il suo rettore Pierpaolo Limone, era presente anche il tenente colonnello dell’Arma dei Carabinieri, Paolo Iannucci, dirigente della sezione DIA di Foggia, insediata lo scorso 15 febbraio. Per lui la prima uscita pubblica.





Change privacy settings