Incendiata auto di un altro sindacalista a Foggia. “Cisl colpita due volte in una settimana”

La Fim Cisl denuncia “con forza” l’attentato “avvenuto nella notte a Foggia a danno di Michele Longo membro della segreteria Fim Cisl di Foggia a cui è stata incendiata l’automobile. E’ il secondo attentato nel giro di una settimana a spese di un dirigente della Fim Cisl. Nella nottata mercoledì 12 febbraio, con le medesime modalità, era stata alle fiamme l’auto di Donato Ambrosio dirigente della Fim Cisl lavoratore nel Gruppo Sofin”.

“In attesa che gli inquirenti facciano chiarezza al più presto, sui gravi fatti di Foggia a danno dei nostri due dirigenti Fim – prosegue il sindacato in una nota – come Fim nazionale esprimiamo tutta la nostra solidarietà a Michele Longo alla segreteria provinciale della Fim Cisl e a tutti i delegati e attivisti della Fim Cisl di Foggia, che ogni giorno, si trovano a svolgere la loro attività sindacale in un territorio lacerato dalla violenza criminale”.

“Incendiare l’auto di un sindacalista è un atto gravissimo e inaccettabile. Come in passato, ci vuole ben altro perchè le aggressioni e le intimidazioni fermino la nostra azione sindacale e in difesa della legalità”. E conclude: “E’ bene tenere alta la guardia perché attorno al lavoro e all’industria sta crescendo un clima pericoloso che è bene contrastare con tempestività”.

(foto: archivio)





Change privacy settings