Governo, il commissario antiracket a Foggia: “Per chi denuncia c’è l’istanza di solidarietà. Ogni imprenditore colpito si può riprendere”

La Porzio in Prefettura: “Il cittadino è la vera anima dello Stato. Dobbiamo renderli consapevoli che la denuncia rende liberi dalla schiavitù dell’assoggettamento mafioso”

Il prefetto Anna Paola Porzio, commissario straordinario Antiracket e Antiusura del Ministero dell’Interno, ha lasciato la riunione in corso con il vicepresidente della Regione Antonio Nunziante per una diretta Rai Tg3 regionale all’esterno della Prefettura di Foggia. Nel corso dell’intervista, il prefetto ha evidenziato che ci sarà “una risposta molto forte e determinata contro la criminalità”, commentando così la recente escalation di attentati in città, l’ultimo la notte scorsa.

“La risposta ci sarà insieme alla popolazione – ha detto la Porzio -, il cittadino è la vera anima dello Stato. Dobbiamo renderli consapevoli che la denuncia rende liberi dalla schiavitù dell’assoggettamento mafioso”.
Durante il tavolo e anche nelle prossime ore, quando Porzio incontrerà gli imprenditori, sarà ribadito anche il valore dell’istanza per i risarcimenti. “Denunciare paga, dopo la denuncia c’è l’istanza di solidarietà, con cui ogni imprenditore colpito si può riprendere”.





Change privacy settings