Palloncini colorati e ulivi in via D’Aragona a Foggia: “Segno di rinascita dopo attentato”

“Una piccola azione, a cercare di dare colore a pareti ed animi sporcati dalla violenza della polvere nera”

Palloncini colorati e un ulivo in via D’Aragona. Un segno di vicinanza della comunità a Cristian Vigilante, dirigente della sanità colpito da un’attentato nelle scorse settimane. Dalle pagine social, Pietro Paolo Mascione e il vicepresidente nazionale dell’associazione Ultimi don Aniello Manganiello, hanno spiegato l’iniziativa.  

“Prima della manifestazione di Libera che ha coinvolto 391 associazioni, le scuole, i cittadini, le istituzioni e diverse centinaia di esponenti delle forze dell’ordine, abbiamo voluto fare un gesto di solidarietà verso Cristian Vigilante e i condomini di via D’Aragona che hanno subito danneggiamenti depositando un ulivo e dei palloncini colorati sul luogo dell’attentato. L’ulivo, segno e metafora della nostra aspra terra, i palloncini per i bambini, per far ricordare loro l’unico sano fragore. Non c’è lotta senza rischi. Non c’è vittoria senza scontro.
Questo mi ha guidato – dice Mascione – a compiere una piccola azione, a cercare di dare colore a pareti ed animi sporcati dalla violenza della polvere nera, a dire a quel condominio che la vita è bella ed è ancor più bella se ci vogliamo del sano bene – continua Pietro Paolo -. Mi piacerebbe pensare che quell’ulivo sia coccolato e piantumato nel giardino comune affinché ci siano altri e poi altri ulivi, segno di rinascita. Mi piacerebbe portare tanto colore, tanti palloncini per poi scoppiarli con i bambini affinché ricordino quel festoso boato. Mi piacerebbe una Foggia migliore”.

“Avevo proposto di partire da via Candelaro ma anche di penetrare quel cortile – continua – per stare vicino a quelle persone che in quella sera hanno visto saltare in aria le proprie auto, ammalorare le proprie abitazioni. Perdere le speranze – conclude il vicepresidente nazionale di Ultimi, don Aniello Manganiello -. Un piccolo gesto che l’associazione Ultimi ha voluto compiere, noi di questa associazione ci crediamo, siamo convinti che possono tornare a risplendere i colori della festa in una città ed una provincia che non merita altro. Vogliamo esprimere la vicinanza e solidarietà dell’associazione Ultimi a Cristian Vigilante, noi ci siamo!”.





Change privacy settings