“Prolungamento della SS693 fino a Vieste”. Il caso sul tavolo del Ministero Infrastrutture e Trasporti

“Individuare il percorso migliore per chiudere l’anello viario in grado di collegare, con un bassissimo impatto ambientale, le principali località del Gargano”

Giovedì 12 dicembre a Roma si è svolto il primo importante incontro presso il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti con il sottosegretario Roberto Traversi, al quale hanno partecipato i vertici di ANAS e il presidente del Parco Nazionale del Gargano, Pasquale Pazienza, per individuare congiuntamente il percorso migliore per prolungare la SS693 fino a Vieste e chiudere così l’anello viario in grado di collegare, con un bassissimo impatto ambientale, le principali località del Gargano, oggi raggiungibili solo attraverso strade tortuose e poco sicure. All’incontro, in rappresentanza del Movimento 5 stelle, ha partecipato l’onorevole Marialuisa Faro.

“Continua il nostro impegno, insieme anche ai miei colleghi, come portavoce del Movimento 5 Stelle per aumentare la sicurezza della rete stradale del Gargano. La SS 693 è un’arteria fondamentale per il rilancio turistico. Solo dotando di infrastrutture adeguate il territorio sarà in grado di trasmettere un’immagine positiva a chi viene a visitarlo. Inoltre è necessario procedere con interventi a bassissimo impatto ambientale. È quindi essenziale migliorare l’efficienza infrastrutturale nel rispetto del nostro delicato ambiente – dichiara Marialuisa Faro -. Questo è solo il primo passo di un lungo cammino, noi siamo disposti a percorrerlo nonostante le mille difficoltà. È pertanto necessario che tutti gli Enti coinvolti e tutti i livelli istituzionali si confrontino costantemente per raggiungere l’obiettivo del prolungamento della SS693 fino a Vieste, guardando unicamente all’interesse comune”, conclude Marialuisa Faro.



In questo articolo:


Change privacy settings