“Mo’ vene Natéle”: luci, musica popolare e presepe vivente a Mattinata. Grande festa sul Gargano per grandi e piccoli

Il 14 dicembre si svolgerà la notte gialla, per celebrare l’olio extra vergine d’oliva, il 29 dicembre invece ci sarà la notte rossa, con artisti di strada e degustazioni

Dal 7 dicembre al 5 gennaio “Mo’ vene Natéle”, è l’appuntamento che animerà il Gargano e in particolare Mattinata. Da un’idea del Circolo Oasis e del Centro Arte e Tradizioni Popolari di Mattinata che da anni operano sul territorio, con il patrocinio e contributo del comune di Mattinata, in collaborazione con l’associazione bandistica e l’associazione Mattinata a cavallo, l’Avis, Ethnica, la protezione civile i Falchi presentano un calendario ricco di iniziative per tutti i visitatori, un’atmosfera suggestiva tra luci decori e sapori, un’esperienza unica, culturale  e divertente, per tutta la famiglia.

Un programma che valorizza le tradizioni del territorio e gli aspetti caratteristici del paese. Spettacoli di musica popolare e gli immancabili zampognari allieteranno durante le degustazioni dei piatti tipici locali. Come ogni anno le domeniche di dicembre saranno  allietate dalle note del complesso bandistico di Mattinata. Non mancherà il villaggio di Babbo Natale e gli auguri in piazza del 25 dicembre.

Novità del programma il presepe vivente che si svolgerà nel centro storico. Al giallo e al rosso saranno dedicate due notti. Il 14 dicembre si svolgerà la notte gialla, per celebrare con un momento di festa l’olio extra vergine d’oliva, un prodotto della nostra terra che ha ancora bisogno di sostegno e promozione. Il 29 dicembre con la notte rossa, musica, artisti di strada e degustazioni  animeranno il centro del paese. E infine la tradizione nel teatro con l’associazione Etnica in “Natale a Casa Cupiello”.





Change privacy settings