Numero unico di emergenza europeo, si parte con Bari e Foggia. “Turismo e Protezione civile per il Gino Lisa”

Il vicepresidente e assessore alla Protezione civile, Antonio Nunziante, ha partecipato questa mattina nella Prefettura di Bari alla riunione della Conferenza regionale delle autorità di pubblica sicurezza sulla funzionalità del numero  telefonico unico di emergenza – “NUE 112“.

“Voglio ringraziare – ha detto Nunziante –  il Prefetto di Bari per la sua sensibilità. Oggi abbiamo iniziato a concretizzare l’entrata in vigore del 112 numero europeo. E’ stato già firmato il protocollo tra Ministero dell’Interno e Regione Puglia e ora stiamo ultimando i dettagli per la operatività che inizierà dal 2020. Avremo un numero unico di emergenza a livello europeo. La Puglia sarà suddivisa in tre parti: a Foggia con l’aeroporto che diventa oltre che civile e per il turismo, anche sede di Protezione civile con la sosta dei Canadair. Poi abbiamo Bari e il Salento:  uniremo sicurezza e protezione civile. Si partirà con Bari e Foggia entro agosto 2020, per completare tutto con Lecce a fine 2020”.

Per il prefetto di Bari Marilisa Magno “Il protocollo firmato è un accordo tra Regione e Ministero dell’Interno. La Regione attuerà il 112 NUE e il ministero dell’Interno con le forze di polizia, i vigili del fuoco e il 118 deve adeguare le sale operative al contatto con il 112. La costruzione di questo protocollo è andata avanti nel corso di quest’anno ed è poi scaturita una cabina di regia che verrà istituita qui in Prefettura per il monitoraggio delle fasi del progetto fino alla conclusione”.

 





Change privacy settings