La cattura di Aghilar, ammanettato dai carabinieri a Carapelle. La reazione dei cittadini: “Lurido!”

Il pregiudicato, ben noto per reati contro il patrimonio (assalti ai bancomat), era evaso a settembre dai domiciliari, fuggendo in Germania con l’ex fidanzata

Catturato Cristoforo Aghilar, il 36enne accusato dell’omicidio di Filomena Bruno a Orta Nova. L’uomo è stato raggiunto e tratto in arresto dai carabinieri mentre si trovava a Carapelle. Al momento del fermo era in piazza Sicilia. Nel video si notano i militari mentre portano via Aghilar da uno stabile, conducendolo all’interno di una gazzella dell’Arma. La gente gli urla: “Lurido!”

Il pregiudicato, ben noto per reati contro il patrimonio (assalti ai bancomat), era evaso a settembre dai domiciliari, fuggendo in Germania con l’ex fidanzata. A quanto si è appreso, Aghilar nel settembre scorso era evaso dai domiciliari ed era fuggito in Germania con la fidanzata 21enne, figlia della vittima.

Una volta in Germania – a quanto trapela dalle indagini – la ragazza si sarebbe accorta del carattere piuttosto violento dell’uomo e avrebbe informato di questo alcuni familiari. Questi l’avrebbero convinta ad abbandonare Aghiler, a tornare in Italia e a trovare rifugio da alcuni parenti che vivono lontano da Orta Nova. Sabato il 36enne è tornato in paese e ha minacciato con una pistola la mamma della fidanzata e alcuni parenti della donna per ottenere notizie sulla fidanzata.

Ricevi gratuitamente le notizie sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come





Change privacy settings