Squadra Stato al quartiere ferrovia, sanzioni e perquisizioni. Foggiano fermato con arnesi da scasso

Alla luce di un’ordinanza del questore di Foggia, Paolo Sirna, lo scorso 22 ottobre, come anticipato da l’Immediato, è stata eseguita l’ennesima operazione di controllo straordinario nel quartiere ferrovia. I servizi iniziati alle 13:00 e continuati fino alle ore serali, sono stati effettuati da personale della Questura, insieme ad agenti del Reparto Prevenzione Crimine, della Guardia di Finanza, della Polizia locale e ai carabinieri. 

L’attività ha interessato tutta la zona che va da Piazzale Vittorio Veneto a via Podgora, passando per viale XXIV maggio e tutte le strade adiacenti. Nel corso del servizio sono stati controllati due esercizi commerciali da personale della Divisione della Polizia Amministrativa, per accertare eventuali violazioni alle norme di settore.

Durante tutto il servizio sono state controllate numerose persone, soprattutto cittadini stranieri e diversi veicoli ed elevate alcune contravvenzioni al Codice della strada. Nel corso dell’operazione si è proceduto ad effettuare delle perquisizioni personali e ad accompagnare presso l’Ufficio Immigrazione, quelle persone la cui permanenza sul territorio nazionale appariva dubbia.

In tale contesto sono state denunciate due persone in stato di libertà: un nigeriano di 28 anni, pregiudicato, denunciato per violazione all’obbligo di dimora, in quanto era sottoposto all’obbligo di firma in altro comune; un foggiano di 47 anni, trovato in possesso di arnesi atti allo scasso occultati addosso e trovati a seguito di perquisizione personale. Tutto il materiale rinvenuto (martelletto frangivetro, un coltellino e un cacciavite a doppia punta) è stato sequestrato.

“I servizi al quartiere ferrovia – fanno sapere dalla Questura di Foggia – sono volti alla riqualificazione sociale del suddetto contesto urbano e rispondono alle esigenze di assicurare ai cittadini una maggior vivibilità dell’area, attraverso il rispetto delle norme giuridiche e delle regole di convivenza civile.



In questo articolo: