Oltre 200 chili di cibo raccolti da associazioni del Foggiano. Grande successo per progetto “il bello del dono”

“Questo è un esempio di solidarietà in tutti i sensi. Si è visto un coinvolgimento di tante persone di differenti età e differenti comuni di appartenenza”

Oltre 200 chili di cibo raccolti nel segno della solidarietà. Grande successo del progetto #ilbellodeldono, grazie al coinvolgimento di tante associazioni della Capitanata. Tanti giovani ed anche over 50, non hanno rifiutato la richiesta di partecipazione ad eventi sportivi, per diffondere insieme due obiettivi socialmente utili e fondamentali: il dono di sangue e derivati ed il dono di alimenti a persone indigenti. In questi giorni i volontari delle associazioni hanno consegnato il ricavato ad alcuni centri di distribuzione alimenti come la parrocchia San Gioacchino di Cerignola, alle suore (che si occupano di bambini) della Opera Pia del B. Consiglio di Cerignola ed al Banco alimentare dauno che aiuta più di 13.000 persone della Capitanata.

Il tour solidale, che ha preso il via lo scorso 5 ottobre, vede la partecipazione della Fratres di Zapponeta, l’Avis di Cerignola, lo Juventus club Gianni Agnelli di Cerignola e il Milan club di Cerignola che hanno svolto un quadrangolare di calcio a 11 al Cercat della città ofantina. Il tour della solidarietà è proseguito il 13 ottobre, presso il parco urbano del quartiere cep di Foggia, con il coinvolgimento sempre della Fratres di Zapponeta, la Fratres di Lucera e la Fratres di Foggia.

“Questo è un esempio di solidarietà in tutti i sensi – dichiara Fabio Cercio, presidente Fratres di Zapponeta -. Si è visto un coinvolgimento di tante persone di differenti associazioni, differenti età e differenti comuni di appartenenza, uniti per un progetto comune e si è prefissato insieme e a gran voce di ripetere il progetto anche in futuro”.



In questo articolo: