“Scippati altri posti letto all’ospedale di Torremaggiore”, protesta del comitato Alto Tavoliere

Il 7 ottobre scorso, il Comitato Salute Alto Tavoliere della Puglia ha inviato una pec di sollecito alla Presidenza del Consiglio Comunale di Torremaggiore la votazione di una mozione a favore dell’ex Ospedale San Giacomo di Torremaggiore che “perde quattordici posti letto nel nuovo regolamento regionale sui PTA rispetto al regolamento del 2015”.

“Come anticipato – spiegano – l’abbassamento dei posti letto previsti dal Regolamento Regionale 21 gennaio 2019 n°7 vedrebbe solo 40 PL rispetto ai 54 PL che erano previsti dal Regolamento Regionale n°14 del 5/06/2015.

Considerato che questo ennesimo scippo era stato scoperto dal Comitato nei mesi scorsi e che era diventato oggetto di interrogazione urgente in consiglio regionale da parte del Vice Presidente del Consiglio della Regione Puglia Giandiego Gatta, a cui il Governatore Emiliano ancora una volta non ha risposto, il Comitato richiede alla Presidenza del Consiglio del Comune di Torremaggiore e a tutti i Comuni dell’Alto Tavoliere di votare una mozione in consiglio comunale per bloccare questo nuovo scippo che viene realizzato ai danni dell’intera collettività della Puglia Settentrionale che da venti anni ha pagato il prezzo più alto con tutte le Riforme Sanitarie previste dalla Regione Puglia imposte dal Ministero della Salute e dalle Istituzioni Europee per contenere gli elevati costi del comparto sanità. Ancora una volta la Regione Puglia non concerta nulla sui territori e tratta gli stessi solo come mucche da mungere durante la campagna elettorale.

Il Direttivo del Comitato Salute Alto Tavoliere – concludono – prosegue nel suo ruolo di sentinella attuando pressing presso le istituzioni repubblicane per dare risposte fattive alla collettività”.