Clima, “Forza Italia e 5Stelle insensibili alle istanze dei giovani del Friday’s for Future”

Firmatari della mozione in Regione Puglia sull’emergenza climatica: “Dispiace che interessi particolaristici e di bottega abbiano condizionato la decisione dei due partiti di minoranza”

“La contrarietà del Movimento 5 Stelle e Forza Italia ha impedito oggi al Consiglio regionale della Puglia di discutere ed approvare la mozione sugli impegni da assumere per contrastare gli effetti nefasti dei mutamenti climatici e dell’inquinamento ambientale”.
Lo rendono noto i firmatari della mozione (Michele Mazzarano, Paolo Campo, Filippo Caracciolo, Anita Maurodinoia, Enzo Colonna, Pino Romano, Mauro Vizzino, Sabino Zinni) che mira a dichiarare lo stato di emergenza climatica ed ambientale in Puglia, per fare fronte con tutte le misure a sua disposizione al fenomeno dei cambiamenti climatici.

“Dispiace che interessi particolaristici e di bottega abbiano condizionato la decisione dei due partiti di minoranza, – hanno continuato i firmatari della mozione – che, con la loro ostilità verso la nostra mozione, hanno scelto di non ascoltare le migliaia di persone, soprattutto ragazzi e studenti, che sono scesi in piazza in Puglia e in tutto il mondo, per sollevare l’attenzione su questi temi, chiedendo alla politica e alle istituzioni di intervenire e di fare scelte conseguenti.
Come rischia di restare inascoltata la richiesta dell’Unione Studenti di Puglia che proprio stamattina, durante la conferenza stampa davanti alla ex Fibronit di Bari, ha chiesto che la Regione dichiari lo stato di emergenza climatica.
“È del futuro dei nostri giovani che stiamo parlando – concludono i firmatari della mozione – e della loro coscienza dei guasti di questa globalizzazione che sacrifica le risorse naturali sull’altare del profitto. A tutti i giovani dei Friday’s for Future diciamo che non ci faremo fermare da questo incidente, riproponendo la mozione nel prossimo Consiglio regionale, sperando che i contrari di oggi abbiamo un ravvedimento operoso”.