Rifiuti abbandonati nelle campagne, video-trappole ad Apricena. “Tolleranza zero”

Il sindaco: “Una vergogna di cui siamo stanchi e per la quale ho chiesto tolleranza zero. Multe salate, denunce e tutto quanto previsto dalla legge”

Rifiuti abbandonati nelle campagne, via alle video-trappole ad Apricena. Ad annunciarlo è il sindaco, Antonio Potenza, con un post su Facebook.

“Vi comunico che da questa settimana abbiamo dato mandato agli uffici preposti (Utc e Polizia locale), di attivare immediatamente le videotrappole per monitorare le aree di campagna ove gli incivili buttano l’immondizia. Una vergogna di cui siamo stanchi e per la quale ho chiesto tolleranza zero. Multe salate, denunce e tutto quanto previsto dalla legge. Abbiamo il 75% di raccolta differenziata, raccogliamo i rifiuti porta a porta da anni, sotto casa dei cittadini, ma ritengo inaccettabile che ci sia ancora chi, nel 2020, abbandona i rifiuti domestici. Dobbiamo con forza annientare questo fenomeno”.

“Ringrazio l’azienda Guzzetti Gianpaolo e Stefano, che ci ha donato alcune videotrappole, l’assessore Solimando e tutti i nostri collaboratori per la solerzia nel mettere in campo questa iniziativa. Appena possibile, pur nel rispetto della privacy delle persone, pubblicheremo i primi video degli imbecilli che saranno ‘pescati’ mentre abbandonano i rifiuti.
L’ambiente – conclude – è la cosa migliore che abbiamo e dobbiamo sforzarci, tutti, per consegnare ai nostri figli un futuro migliore”.