Salvini a Peschici, contestatori cantano “Bella Ciao”. Leader Lega: “Andatevene al mare”

“A Foggia e in Puglia non mi chiedono elemosina, ma lavoro, strade e meno tasse. Non possiamo governare con chi dice sempre no”. Così il ministro durante la tappa garganica del tour

“Bella ‘Bella ciao’ d’estate! Vi segnalo ad Amadeus per il prossimo Festival di Sanremo!”. Matteo Salvini zittisce i collaboratori per sentire meglio le parole del noto canto popolare partigiano intonato da alcuni presenti al comizio sul Gargano. Invita i contestatori ad “andare al mare” o a “leggere un libro”: “Madonna siete fastidiosi come le zanzare in camera da letto la notte”, inveisce ad un certo punto. Poi punta sui temi cari alla Lega: dall’immigrazione alla sanità.

“Se ci darete una mano mandiamo a casa gli Emiliano e i Vendola che in Puglia ne hanno combinate troppe, lasciando una qualità di ospedali, sanità e strade che non è degna dell’Italia nel 2019″.

“A Foggia e in Puglia non mi chiedono elemosina, ma lavoro, strade e meno tasse. Non possiamo governare con chi dice sempre no. Stiamo lavorando per il futuro, chi dice sempre no è il passato. Non si governa con i signor no, l’Italia non può andare avanti con i no. Stiamo preparando un governo che durerà per cinque anni a colpi di sì”.

“Vogliamo un Paese dove si governa tranquillamente – ha aggiunto – dove non si litiga ogni quarto d’ora. Non ho tempo da perdere per litigare e lo dico ai Grillo, Di Battista… Non risponderò agli attacchi di Di Battista, Grillo, Di Maio, Conte, non ho tempo da perdere per litigare, sto lavorando per costruire un’Italia migliore per i nostri figli”.

“Dico che è più facile non scegliere che scegliere – aggiunge Salvini -, mi domando quali altri partiti con sette ministri avrebbero detto mollo sette ministeri e ridiamo la parola agli italiani”.

“Abbiamo smontato la legge Fornero. Il prossimo governo garantirà, dopo 41 anni di lavoro, la pensione, perché è un sacrosanto diritto. Diritto alla pensione, taglio delle tasse a lavoratori e imprenditori. Queste sono misure e non distribuire per Peschici redditi di cittadinanza. L’obiettivo è il 15% di tasse per tanti italiani. Se l’Europa ce lo fa fare bene, altrimenti lo facciamo lo stesso”, promette.