Treni regionali super affollati, da Foggia a Bari disagi enormi. La Regione: “Trenitalia aumenta carrozze”

Trenitalia, sottolineando l’eccezionalità del flusso di utenza e riconoscendo di aver sottovalutato l’efficienza del servizio, ha in ogni caso convenuto sulla necessità di rafforzarlo, con l’incremento del numero di carrozze

“Treni superaffollati, corse diminuite e impossibilità da Foggia di raggiungere la stazione di Torre Quetta la mattina senza fare un cambio. Questi i primi effetti dell’orario estivo di Trenitalia, partito questa mattina senza alcun avviso che informasse gli utenti nelle stazioni nei giorni scorsi. Un film già visto e su cui avevamo presentato un’interrogazione qualche mese fa, con l’introduzione dei nuovi orari a dicembre scorso. Ci aspettiamo che l’assessore ai Trasporti Giannini avvii immediatamente un confronto con l’azienda per ridefinire gli orari e dare la possibilità a chi deve raggiungere il Consiglio regionale dalla Capitanata di non fare cambi come avveniva fino alla scorsa settimana”. Lo dichiarano i consiglieri regionali del M5S dopo le numerose segnalazioni arrivate questa mattina dai pendolari che tutti i giorni raggiungono Bari.

“Capiamo l’esigenza di un nuovo orario estivo per venire incontro ai turisti – continuano i pentastellati – ma non può essere penalizzato chi ogni giorno raggiunge Bari per lavoro. Con i nuovi orari non compaiono più i cosiddetti Regionali veloci per chi arriva da Lecce e Brindisi, ma restano solo i Regionali. Per i pendolari che arrivano da Foggia invece non ci sono più convogli che fermino a Torre Quetta, ma si è costretti a fare il cambio. Una fermata in teoria inaugurata appositamente per permettere ai lavoratori delle sedi regionali di arrivare in treno è costata €1,4 milioni. Invece chi viene dalla Capitanata è costretto da oggi a cambi di treno da Bari o ad altre fermate intermedie, con buona pace del cartellino da timbrare. A fronte di tutto questo, Trenitalia non ha neanche inviato le opportune comunicazioni agli utenti, come ad esempio notifiche per quelli registrati sulla APP. Il risultato sono state attese infinite e convogli stracolmi. Auspichiamo che l’assessore Giannini affronti la questione per arrivare a soluzioni che non penalizzino gli utenti che anche d’estate il treno lo prendono per lavoro e non per piacere”.

L’assessore regionale ai Trasporti, Giovanni Giannini, ha dichiarato: “Riguardo ai numerosi disservizi segnalati questa mattina dai pendolari a causa del nuovo orario estivo, siamo intervenuti su Trenitalia chiedendo le ragioni dei disagi e chiedendo di prendere subito dei provvedimenti per eliminarli, perché quanto accaduto oggi non si verifichi nuovamente.

La società, sottolineando l’eccezionalità del flusso di utenza e riconoscendo di aver sottovalutato l’efficienza del servizio, ha in ogni caso convenuto sulla necessità di rafforzarlo, con l’incremento del numero di carrozze che per il treno 12561 delle ore 6,01 da Foggia passerà a 6 e per il 22275 delle ore 8.27 da Barletta passerà a 5.

Inoltre il treno 12599 delle ore 6,35 da Foggia passerà a 7 carrozze e a Bari verrà garantita la sua prosecuzione verso Lecce, senza quindi la necessità di cambiare treno”.