Minorenni violenti a Candela, i carabinieri confermano: “Sono stati identificati”. Continuano i controlli mirati

Grande attenzione al parco giochi San Rocco ed al parco giochi di viale delle Grazie, dove nei giorni scorsi sono stati controllati 29 minori, di età compresa tra i 13 e i 17 anni

In merito alla notizia apparsa su l’Immediato e ripresa da altre testate, anche nazionali, intervengono gli uomini dell’Arma dei Carabinieri attraverso una nota stampa: “Circa la presunta presenza di una “baby gang” a Candela e dei soprusi commessi dai suoi appartenenti ai danni di un adolescente del posto, il Comando Provinciale dei Carabinieri di Foggia tiene a precisare che il locale Comando dell’Arma, appresa nell’immediatezza la notizia (risalente ad alcune settimane fa) della condotta disdicevole di alcuni minori del posto nei confronti di un loro coetaneo, fortunatamente interrotta dal provvidenziale intervento di un passante, già da giorni aveva identificato i tre giovanissimi responsabili, segnalandoli alla competente Autorità Giudiziaria.

I carabinieri della Stazione di Candela, comunque, con il supporto dei colleghi di Ascoli Satriano e Rocchetta Sant’Antonio, a seguito dell’episodio stanno svolgendo mirati servizi di controllo finalizzati al monitoraggio dei luoghi di aggregazione giovanile del comune dauno, per prevenire e reprimere eventuali episodi di bullismo e violenza, in particolare tra i minori del posto.

Nel corso dei servizi, i militari stanno riservando particolare attenzione al parco giochi San Rocco ed al parco giochi di viale delle Grazie, dove nei giorni scorsi sono stati controllati 29 minori, di età compresa tra i 13 e i 17 anni. I controlli proseguiranno anche nelle prossime settimane”.



In questo articolo: