Speciale immersione nel mare delle Tremiti per i non vedenti. Avviato studio sui coralli neri nei fondali

I ragazzi dell’associazione Albatros che si sono potuti calare nelle splendide acque grazie al supporto delle guide sub specializzate formate dal Parco Nazionale del Gargano

Un’immersione speciale nel mare delle Isole Tremiti con i ragazzi dell’associazione Albatros che si sono potuti calare nelle splendide acque grazie al supporto delle guide sub specializzate formate dal Parco Nazionale del Gargano. La prova ha visto protagonisti quattro giovani non vedenti che hanno dimostrato come il bello si possa percepire anche con altri sensi. “Molti pensano che i non vedenti non possano immergersi in mare – racconta Elisabetta Franco – invece proprio quel mare è diventato un nostro grande amico che regala sempre forti emozioni, anche a chi non può guardarlo negli occhi. Toccando con mano tutte le specie captiamo che crescono in un ambiente sano e il più naturale possibile”.

I fondali delle Tremiti ospitano ben 800 colonie di coralli neri. “Abbiamo osservato dieci siti attorno le Isole e abbiamo individuato che in quattro di essi sono presenti coralli neri molto preziosi – spiega Giovanni Chimienti, autore dello studio -. Purtroppo in alcune zone abbiamo ritrovato attrezzi da pesca abbandonati. Questi sono ambienti estremamente importanti dal punto di vista ecologico”, ha continuato. Lo studio di Chimienti presto diventerà un documentario della durata di 45 minuti che il National Geographic trasmetterà in mondovisione.

Gli eventi del trentennale dell’Area Marina Protetta sono continuate con performance di arte e con l’annullo filatelico che il Parco Nazionale del Gargano ha chiesto per l’occasione a Poste Italiane.