Contratto di sviluppo, industriali foggiani a Conte: “Servono infrastrutture per non far fuggire giovani dalla Capitanata”

In occasione di un incontro con il Presidente del Consiglio , il Vice Presidente Nazionale dei Giovani Imprenditori di Confindustria, il foggiano Nicola Altobelli, ha avuto modo di ribadire al premier la posizione di Confindustria Foggia sul Contratto Istituzionale di Sviluppo

In occasione di un incontro con il Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte, il Vice Presidente Nazionale dei Giovani Imprenditori di Confindustria, il foggiano Nicola Altobelli, ha avuto modo di ribadire al premier la posizione di Confindustria Foggia sul Contratto Istituzionale di Sviluppo (C.I.S.) per la Capitanata, ancora in fase di definizione.

Altobelli ha auspicato la necessità di un intervento di portata più ampia e che sia altresì occasione di vero sviluppo del territorio; un obiettivo, ha aggiunto, perseguibile attraverso l’inclusione nel C.I.S. di opere infrastrutturali attese da decenni e che purtroppo, anche in questa occasione, sembrano non riuscire a trovare lo spazio e le risorse per essere attuate. 

Il premier Conte ha condiviso le preoccupazioni di Altobelli aggiungendo che solo una profonda opera di reinfrastrutturazione e investimenti può arginare l’emorragia di talenti che impoverisce la Capitanata.    

L’incontro con il capo del Governo è avvenuto a Milano nell’ambito del FED, il Festival dell’Economia Digitale promosso da Facebook e Giovani Imprenditori di Confindustria; nell’occasione il Vice Presidente Nazionale Nicola Altobelli, ha consegnato al Presidente Conte il documento finale del summit G20 YEA tenutosi a Fukuoka lo scorso mese di giugno.

Il documento racchiude le cinque proposte per innescare, favorire e sostenere una crescita economica inclusiva e sostenibile con al centro l’essere umano verso una società cosiddetta “5.0”: promuovere e sostenere il libero scambio e la mobilità delle persone, in particolare prevedendo un visto speciale per i giovani imprenditori che favorisca l’internazionalizzazione delle PMI; favorire l’accesso al credito per i giovani; sostenere e incentivare nuovi modelli di business in particolare in chiave sostenibile; investire in infrastrutture digitali, promuovendo una azione di digitalizzazione diffusa della pubblica amministrazione per ridurre la burocrazia; promuovere e sostenere una maggiore educazione all’imprenditorialità.

“Esprimo grande apprezzamento per la posizione espressa dall’amico Nicola Altobelli al Presidente Conte, ha dichiarato il Presidente di Confindustria Foggia, Gianni Rotice – assolutamente condivisibile nel metodo e nel merito.

“Questo perché conferma il gioco di squadra portato avanti a tutti i livelli da Confindustria Foggia” – ha aggiunto il Presidente Rotice – “che così sempre mantiene alta l’attenzione istituzionale sui temi più attuali e urgenti, come quello dell’infrastrutturazione e degli investimenti in Capitanata”.



In questo articolo: