Fiori bianchi e un orsetto sotto casa di Roberta. Uccisa perché voleva lasciare il fidanzato

Secondo le voci che circolano nella zona, pare che la vittima sia rimasta nel suo appartamento per un problema di salute e che nel pomeriggio avesse incontrato il fidanzato per chiarirsi dopo la decisione della donna di interrompere la relazione

Un orsetto di peluche e un mazzo di fiori bianchi lasciati questa mattina davanti al portone di ingresso del palazzo di San Severo, dove ieri pomeriggio è stata uccisa Roberta Perillo. La donna viveva da pochi mesi nella mansarda dello stabile a tre piani. “La conoscevamo poco – racconta all’ANSA la titolare di un supermercato della zona -. Ho visto Roberta l’ultima volta un paio di giorni fa, quando le ho preparato il panino prima di recarsi al lavoro”.

Secondo le voci che circolano nella zona, pare che ieri la ragazza sia rimasta in casa per un problema di salute e che nel pomeriggio lei e Francesco D’Angelo si siano visti per chiarirsi dopo la decisione della donna di interrompere la relazione. Le telecamere di sicurezza hanno ripreso D’Angelo mentre arrivava a casa della vittima.

“L’uomo – racconta la titolare di un negozio che ha fornito le immagini alla polizia – è arrivato in via Rodi verso le 14.20. Ha atteso 10 minuti in auto, poi è entrato ed è uscito verso le 15.30″.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come